Recensione The Paper Magician Trilogy di Charlie N.Holmberg

Buona domenica, lettori!Oggi vi parlo di una serie terminata qualche settimana fa, The Paper Magician di Charlie Holmberg. In realtà ho divorato la trilogia in pochissimi giorni, avevo tutti i libri già nel kindle e la storia (anche se lontana dall'essere perfetta) mi ha appassionato così tanto che ho letto i volumi uno dopo l'altro. Se siete alla ricerca di una serie originale e non troppo impegnativa, The Paper Magician potrebbe rivelarsi la perfetta lettura estiva ;)





The Paper Magician Trilogy 
Charlie N.Holmberg 
Amazon /Goodreads
Data di uscita: 1 settembre 2014 (USA)
Pagine (primo volume): 224
Trama: Ceony Twill arriva al cottage del mago Emery Thane col cuore spezzato. Appena diplomata con il massimo dei voti alla Scuola Tagis Praff, a Ceony è assegnata la specializzazione in magia di carta anche se il suo sogno era controllare il metallo. E una volta legata alla carta, la carta sarà il suo unico materiale...per sempre. Eppure gli incantesimi che Ceony impara con lo strano eppure gentile Thane si rivelano stupefacenti-animare creature di carta, portare storie alla vita, leggere il futuro. E poi una Excisioner, una praticante di magia oscura, invade il cottage e ruba letteralmente il cuore di Thane. Per salvare la sua vita, Ceony è costretta ad affrontare la maga malvagia e iniziare un'avventura che la porterà nelle profondità del cuore di Thane, e che rivelerà la vera anima di quest'ultimo.



My Review

The Paper Magician parte da una premessa a dir poco geniale: un mondo in cui la magia esiste, ma può essere esercitata solo attraverso determinati materiali, come il metallo, il vetro o la carta. 
La magia di carta è quella che, nell'Inghilterra di inizio 900' in cui vive Ceony, viene considerata la più inutile. E proprio perché i maghi di carta sono ormai così pochi, Ceony, una volta diplomatasi dalla scuola di magia, è costretta a scegliere la carta, nonostante il suo desiderio di legarsi al metallo, e a trasferirsi in un luogo sperduto per diventare l'allieva di Emery Thane. Ma qui Ceony scoprirà che la carta è un materiale a dir poco speciale. Piegandola e infondendola di magia, essa si anima e dà vita alle creazioni più uniche e meravigliose. Ma proprio quando Ceony inizia ad accettare il suo destino e ad amare la carta, una donna che pratica magia di sangue attacca il suo maestro e fa l'impensabile: gli strappa, letteralmente, il cuore per poi scappare. E da qui la vita di Ceony viene completamente stravolta: la ragazza decide di provare a salvare la vita del maestro, e ciò la conduce ad un viaggio nel suo cuore (anche qui, in senso letterale), dove incontra ogni ricordo, ogni momento, ogni emozione provata da Thane. 
Questa è in linee generali la trama del primo volume, che poi si sviluppa ulteriormente nel secondo, dove conosciamo meglio questo universo magico alternativo e il modo in cui la magia funziona, e in cui viene approfondita anche la magia del vetro (che riguarda principalmente gli specchi, e che ho apprezzato moltissimo). Nel terzo volume invece abbiamo un bel salto temporale, un altro cattivo da sconfiggere, e la risoluzione finale di ogni vicenda.

La storia aveva moltissimo potenziale, che però non è stato sviluppato al meglio. La serie, nel complesso, mi è piaciuta e anche tanto, ma avrei tanto voluto che la Holmberg avesse reso la trama più complessa, più lunga, e che avesse approfondito maggiormente il mondo da lei creato. Per molti aspetti, la storia mi è sembrata fin troppo semplice, gli eventi trovano una soluzione veloce e il fatto che ogni libro non superasse le 200/250 pagine non ha aiutato.
Ma parlando dei lati positivi, ho adorato l'idea di base, le diverse specializzazioni di ogni mago, e le creazioni di carta che incontriamo nei diversi capitoli (la mia preferita?il cagnolino che Thane crea per Ceony, e che Ceony ripiega in borsetta ogni volta che ne ha bisogno).
Ceony come protagonista mi è piaciuta abbastanza, all'inizio il suo comportamento può infastidire ma col progredire della storia, scopriamo di più sulla sua vita, sul suo passato, ed emerge un altro lato di lei che non si può non apprezzare. Emery Thane è un insegnante un po' eccentrico ma a dir poco grandioso a ciò che fa, e ha anche un passato oscuro che si va poi a legare agli eventi della serie. 

Ho adorato il fatto che il romance sia appena accennato nel primo volume e sviluppato meglio, ma sempre come elemento non centrale, negli altri libri. La storia d'amore mi è piaciuta, soprattutto nel secondo e terzo volume, ma nel primo mi ha lasciata un po' perplessa. Non avevo letto bene la trama e i primi capitoli del libro mi hanno fatto pensare che la relazione tra Ceony ed Thane non fosse altro che uno di quei classici rapporti insegnante-discepolo, e che Ceony avrebbe avuto un altro interesse amoroso. Scoprire che Ceony, in modo così improvviso, inizia a provare dei sentimenti per Thane mi ha abbastanza infastidito, anche se nei seguiti ho finito per adorare il loro rapporto.

Rating The Paper Magician-3.5 stelline
Rating The Glass Magician-4 stelline
Rating The Master Magician-3,5 stelline

Difficoltà di lettura in lingua-bassa. Lo stile è molto semplice, quindi ottimo per iniziare a leggere in lingua, ma ci sono delle scene che scorrono lente (soprattutto nel primo volume).

21 commenti:

  1. Ciao Juliette :3
    Questo libro mi ha sempre attirato tantissimissimo però ho sempre avuto paura di incominciarlo (ho incominciato a leggere in inglese da poco più di un mese) però se lo consigli per chi è alle prime armi allora lo leggerò di sicuro, grazie, grazie, grazie @_@
    Bella recensione, davvero, almeno adesso so cosa aspettarmi :D Come dici tu la premessa è davvero originalissima e spero che il libro mi sappia catturare *_* inoltre adoro la cover...e niente :) voglio leggerlo assolutamente al piu presto ^_^
    Grazie ancora, un bacio e buone letture <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nora :) Come scrittura è molto semplice quindi vai tranquilla!Spero ti piaccia :)

      Elimina
  2. Ciao Juliette c: Avevo preso di mira questo libro qualche tempo fa, però poi ho dato un'occhiata al portafoglio e mi sono dovuta fermare xD Comunque mi attira ancora parecchio e direi che torno (decisamente) a segnarmelo in wish list.. Le copertine di tutti i libri della serie mi fanno impazzire *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caterina, si le cover sono stupende, e non so, in qualche modo sembrano anche rispecchiare la storia *__*

      Elimina
  3. Ciao! :) Mi sento un po' in colpa perché è una vita che non passo a curiosare nel tuo angolino! :( Ma dovrei riuscire ad essere un po' più presente d'ora in poi :P
    Complimenti per la recensione! :)
    Ammetto che questa serie non mi ha mai ispirato un granché, anche se non c'è un motivo preciso... semplicemente mi ispirava poco, ma la tua recensione mi ha fatto cambiare idea! Mi dispiace che la storia non si sia rivelata all'altezza delle tue aspettative, ma quello che hai scritto mi ha convinto a farlo finire dritto dritto in wish list! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Siannalyn!Oh ma non preoccuparti, negli ultimi tempi sono stata tanto presente nella blogosfera xD Sai nemmeno io ne ero tanto convinta all'inizio, mi sembrava una storia pesante e invece è piacevolissima da leggere *__*

      Elimina
  4. Mamma mia mi hai incuriosito parecchio, ma NON posso aggiungere un'altra serie alla mia lista di letture... o forse si??? La carta, in fondo, non è la nostra prima passione? Buona domenica bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah in effetti da lettore è una meraviglia leggere su questo tema, ci sono certe scene a dir poco stupende *__*

      Elimina
  5. Ciao :)
    Bella recensione! Questa sembra essere una serie davvero carina, ma non abbastanza da farmi correre ad acquistarla. Metto comunque il titolo in wishlist e chissà magari in un futuro mi potrebbe venir voglia di comprarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giordana, si è carina ma non esattamente spettacolare, ma se si è in vena di qualcosa di leggero è perfetta :)

      Elimina
  6. Ho i primi due libri sul kindle e avevo intenzione di leggerli prima o poi quest'estate, ma considerato la tua recensione e il fatto che sono in una reading slump mi sa tanto che proverò a leggerli questa settimana, sperando che mi piacciano almeno un pochino ahah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rettifico, ho appena finito il primo libro e gli ho dato 3 stelline piene. Non l'ho amato ma allo stesso tempo non l'ho odiato. E' stata la consueta lettura "okay", come hai detto anche tutte le premesse per qualcosa di interessante c'erano eccome, eppure il mondo abbozzato dall'autrice è rimasto tale e il fatto che i ragazzi che frequentano la scuola una volta terminato il loro "corso di studi" possono in pratica scegliere qualsiasi tipo di magia mi è sembrato un modo per evitare di sviluppare la trama al 100%, quasi come se la stessa autrice non ne fosse convinta completamente e avesse deciso di "congedare" questo aspetto senza farsi tanti problemi. Mi sarei aspettato qualche regola più "rigida" a riguardo ma purtroppo nada. E' difficile da spiegare, spero di aver reso l'idea in maniera lontanamente decente ahah xD
      Ma comunque è stata una piacevole lettura, domani leggerò il seguito e poi si vedrà se migliora o se resta "stagnante" allo stesso modo :)

      Elimina
    2. Concordo, anch'io avrei voluto che l'autrice approfondisse e spiegasse di più quell'aspetto!Comunque tra i tre The paper magician è probabilmente il peggiore, spero che il seguito ti convinca di più :)

      Elimina
  7. Uhm, da un lato la trama mi intriga da morire, dall'altro non so se ho tanta voglia di leggere una serie "carina, ma non eccezionale" diciamo :/ ne ho lette fin troppe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco Deni, io in effetti ho iniziato la serie durante gli esami e dopo ACOTAR e subito prima di The Wrath and the Dawn, due libri stupendi ma anche lunghi e impegnativi, quindi si è rivelata essere proprio la lettura di cui avevo bisogno xD

      Elimina
  8. Sono d'accordo con Daydream, da un lato l'idea di base è magnifica e mi attira, dall'altro.... mah, ni, boh, so......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le premesse sono magnifiche ma non sviluppate al meglio, diciamo che se inizi il libro già sapendo cosa aspettarti potrebbe piacerti, altrimenti ne rimarrai delusa xD

      Elimina
  9. Buone notizie: The Paper Magician uscirà in Italia per Fanucci tra il 2015 e il 2016!

    RispondiElimina
  10. Ho finito ieri il primo libro dopo UN MESE che lo avevo in lettura ._. Ti prego, dimmi che i seguiti scorrono più veloci, sennò non continuo la serie anche se le cover sono troppo carine :(

    RispondiElimina
  11. La recensione fa venire voglia di leggere il libro , io ho letto i primi due (Paper & Master Magician) mi sono piaciuti molto, li ho letti in 2 settimane ciascuno... Volevo sapere qualcosa in più sul terzo, senza il finale! Grazie

    RispondiElimina
  12. Scusate ho letto Paper e Glass Magician

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)