Confess & Forse un Giorno di Colleen Hoover



Buongiorno lettori!Oggi vi parlo di due libri della stessa autrice: Colleen Hoover. Ho un rapporto un po' strano con quest'autrice, alcuni suoi libri mi conquistano, altri non riescono proprio a convincermi. Ho letto Forse un Giorno a fine 2016, ed è stato uno dei romance più belli dell'anno. Ho letto Confess qualche settimana fa, spinta dalla curiosità soprattutto verso la serie tv, ma non mi è piaciuto poi così tanto. Ma meglio parlarvi dei due libri separatamente. 

C O N F E S S

Devo dire che ho amato l'idea alla base del romanzo: un artista e una galleria di quadri ispirati a confessioni anonime di ogni genere: è l'unico aspetto che ho trovato sviluppato davvero bene e che mi ha spinto a continuare la lettura.
Il resto purtroppo non mi ha convinto affatto, dalla protagonista ai personaggi secondari. Una delle cose che forse ho apprezzato di meno è come tutto si sia evoluto troppo velocemente. La Hoover ha scritto ormai tanti libri e la storia dell'attrazione istantanea (con innamoramento altrettanto istantaneo) non funziona più così bene. 
In generale Confess è una lettura carina, ma sicuramente non memorabile. Non ho ancora guardato la serie tv (se non il primo episodio), ma sono curiosa di vedere se l'idea di base è stata resa meglio sul piccolo schermo.


F O R S E   U N   G I O R N O

Leggere questo libro è stato un po' come ritornare ai tempi in cui ho letto un altro romanzo della Hoover: Slammed. Mi ha ricordato perché vale la pena provare a leggere i libri di quest'autrice: fra le diverse delusioni, ci sono piccole perle che meritano una possibilità.  E Forse un giorno è una di esse: una storia intensa, dolce ed emozionante accompagnata dallo stile inconfondibile della Hoover. 
"Non si può scegliere chi amare" è il tema principale del romanzo: all'inizio del libro troviamo una protagonista devastata dal tradimento delle due persone di cui si fidava di più al mondo, una protagonista che lentamente si rimette in piedi e riprende in mano la sua vita, trovando di nuovo l'amore dove meno se lo aspetta. Ma l'amore in questione è un amore proibito, ed ecco che i confini tra giusto e sbagliato iniziano a sfumarsi. Quanto è corretto far di tutto per stare con una persona, quando se ne ferisce inevitabilmente un'altra?
Ho apprezzato molto il finale e il modo in cui si è conclusa la storia di Sidney e Ridge, anche se avrei voluto sapere un po' di più su alcuni personaggi secondari, le cui vicende sono rimaste alquanto in sospeso.
In ogni caso ho trovato Forse un Giorno uno dei migliori libri che abbia letto nel genere new adult/contemporaneo. Spero davvero che la Hoover scriva più libri di questo tipo. Assolutamente consigliato!
Difficoltà in lingua: medio/bassa per entrambi i libri. Adatti a chi si avvicina alla lettura in inglese per la prima volta!



Classici che vorrei leggere quest'anno


Buongiorno, lettori!Uno dei miei obiettivi per quest'anno è quello di leggere più classici. A parte Franny e Zooey e i racconti di Lovecraft, per ora non ho tenuto molta fede al mio proposito. È per questo che ho deciso di stilare una piccola TBR di classici che voglio leggere entro la fine dell'anno, sperando che avere una lista qui sul blog mi motivi un po'. 


Avendo letto e amato 1984 di Orwell era solo questione di tempo prima che leggessi anche Animal Farm. Ho letto diversi spezzoni del libro avendolo già studiato al liceo, e di conseguenza conosco abbastanza bene anche la trama, ma sono in ogni caso molto curiosa di leggerlo per intero!
Il Giovane Holden sarebbe la mia seconda lettura di Salinger, di cui ho letto come anticipavo prima Franny e Zooey. Ho il romanzo in libreria ormai da tempo ma, come faccio con molti classici, ne ho rimandato la lettura per mesi e mesi. Gli altri libri-Lolita, Il Grande Gatsby e Il signore delle mosche-sono tutti titoli che mi vengono consigliati praticamente da tutti, direi che è arrivato il momento di leggerli!


Avete letto qualcuno di questi libri?Quali sono i classici che vorreste leggere prossimamente?Fatemi sapere nei commenti ^^

Parigi - 5 posti che ho amato


Buon martedì a tutti, lettori!Vi avevo promesso un post dedicato al mio breve viaggio a Parigi, ma tra una cosa e l'altra finora ho dato spazio a tutti gli altri post a tema letterario. Invece di fare un recap completo di ciò che ho fatto e visto, vi lascio una lista di cinque posti che ho visitato ed amato. Ho deciso di includere anche alcuni luoghi un po' meno conosciuti, ma che mi hanno comunque conquistato. 

Shakespeare & Company - Per chi non la conoscesse, Shakespeare and Company è una storica libreria che si trova a pochi passi da Notre-Dame, affacciata alla Senna. Era già da un po' di tempo nella mia lista di librerie famose da visitare, ed è stato uno dei primi luoghi a cui ho pensato quando abbiamo ufficializzato il viaggio a Parigi. Tra l'altro il primo giorno che abbiamo visitato Notre-Dame e vicinanze, la libreria era chiusa per inventario, quindi ho sostanzialmente costretto tutti a tornarci l'ultimo giorno xD

Montmartre - Tra quelli che abbiamo visitato, Montmatre è probabilmente il mio quartiere preferito di Parigi. Oltre ad essere estremamente caratteristico (camminare fra le viuzze e vicoletti del quartiere ti ricorda la parigi dell'800!), è un posto pieno di vita e movimento: dalle piazzette con gli artisti, ai negozietti ad ogni angolo, alla vista dalla Basilica del Sacro Cuore...Merita davvero di esser visto!

Parc des Buttes Chaumont - Abbiamo visitato questo parco per puro caso, ma devo dire che mi ha conquistato. Il giorno in cui siamo arrivati a Parigi era già pomeriggio inoltrato e non avevamo voglia di arrivare fino in centro (il nostro hotel era abbastanza periferico), così abbiamo deciso di esplorare la zona. Così abbiamo visitato il Parc des Buttes Chaumont, ed è stata una bellissima scoperta. È pieno di sentieri e percorsi, un ponte (quello in foto) permette poi di raggiungere la parte alta del parco, da cui è possibile ammirare l'intera città. 

Canal saint martin - Anche il canale St-Martin è stata una piacevole sorpresa. Un po' come Il Parc des buttes Chaumont, è un luogo meno turistico rispetto agli altri e visitarlo offre la possibilità di vedere una Parigi un po' diversa. Molto suggestivo soprattutto di sera!

Eiffel Tower di notte - Abbiamo visitato la Torre Eiffel di giorno, ma non è niente in confronto alla sua vista di notte. Di sera infatti la torre si illumina per 5 minuti ogni ora, brillando con decine di migliaia di luci. Abbiamo assistito allo spettacolo di luci una delle ultime sere a Parigi (facendo una corsa assurda in metro per arrivare in tempo), dai giardini Trocadero, ed è stato uno dei momenti più belli della vacanza.