Thirteen Reasons Why, Unfiltered & Franny e Zooey - Minirecensioni







 T H I R T E E N   R E A S O N S  W H Y   J A Y   A S H E R

“No one knows for certain how much impact they have on the lives of other people. Oftentimes, we have no clue. Yet we push it just the same.”

Volevo leggere Tredici da anni ma per un motivo o per un altro ne ho sempre rimandato la lettura, ma adesso che l'ho finito posso ritenermi felice di averlo finalmente recuperato. Anche se non l'ho trovata una lettura perfetta, penso che Thirteen Reasons Why sia uno di quei romanzi che tutti dovrebbero leggere prima o poi. 
Il libro si concentra principalmente sul modo in cui le nostre azioni possono avere un effetto disastroso sulla vita di qualcuno, su come inconsapevolmente siamo in grado di ferire gli altri, non solo con quello che facciamo, ma anche con ciò che scegliamo di non fare. 
Cosa non mi è piaciuto?Diciamo che in generale mi aspettavo qualche "ragione" in più per la scelta di Hannah. Per tutto il libro ho aspettato che venisse rilevato il motivo finale che ha portato Hannah a suicidarsi, ma quando sono arrivata all'ultima cassetta, all'ultima persona sulla lista, era chiaro che la protagonista aveva già deciso cosa fare, e che niente e nessuno sarebbero stati capaci di farle cambiare idea. Avrei anche voluto vedere di più della famiglia della protagonista, che non viene affatto esplorata se non per qualche accenno. Nonostante i temi trattati (oltre al suicidio, vengono affrontati tanti altri argomenti importanti), mi è sembrato che l'autore si fermasse alla superficie senza approfondire davvero gli aspetti fondamentali del romanzo, personaggi in primis. 
In definitiva Tredici rimane una lettura discreta, che consiglio assolutamente di fare, ma senza troppe aspettative!
Difficoltà lettura in lingua-bassa.



F R A N N Y   &    Z O O E Y    J. D. S A L I N G E R

“I’m just sick of ego, ego, ego. My own and everybody else’s. I’m sick of everybody that wants to get somewhere, do something distinguished and all, be somebody interesting. It’s disgusting.” 

Franny e Zooey è stato il mio primo approccio ai libri di Salinger e devo dire che questo libricino da non mi ha affatto deluso. La storia si concentra, come il titolo anticipa, sui due fratelli Franny e Zooey, che appartengono alla famiglia Glass (famiglia protagonista anche di altre storie di Salinger). Nella prima parte vediamo Franny, giovane studentessa di arte, tornare nella sua città natale con una visione completamente diversa della vita. Il college le ha aperto gli occhi sul mondo e l'ha cambiata profondamente: non riesce ad essere più la stessa di prima e ciò risulta evidente dall'incontro con il suo fidanzato dopo mesi lontani. Nella seconda parte troviamo suo fratello Zooey, e scopriamo di più anche su Franny: se nella prima storia il personaggio di Franny viene considerato individualmente, nella seconda ogni personaggio viene approfondito in relazione alla famiglia: Salinger esplora come il passato della famiglia Glass abbia influito su entrambi i fratelli e come li abbia portati a diventare quello che sono. 
Franny e Zooey affronta tanti temi, dalla devozione religiosa alla disillusione dal mondo dovuta alla crescita al rapporto fra giovani e adulti, il tutto con un tocco di umorismo e ironia che non ho potuto fare a meno di apprezzare. 


Difficoltà lettura in lingua-media.



U N F I L T E R E D   L I L Y   C O L L I  N S

“Be you and embrace your differences as things that make you unique and special. “Different” shouldn’t be considered confusing, negative, or something that divides us. It should be a quality we applaud and admire within ourselves and others.” 

Uno dei miei obiettivi letterari di quest'anno era leggere una biografia/memoir e quando ho saputo dell'uscita di Unfiltered mi è sembrata l'occasione giusta per completarlo. 
Unfiltered è un libro abbastanza corto (poco più di 200 pagine) in cui Lily Collins si racconta ai lettori, narrando alcuni degli episodi più importanti della sua vita e di tutte le sfide che ha dovuto affrontare nel corso degli anni. L'obiettivo principale della Collins, come spiega anche in uno dei capitoli, è quello di condividere ciò che le è successo e fare in modo che chiunque legga e si ritrovi nella sua storia capisca che non è da solo. Il libro si compone di brevi essays che affrontano diversi argomenti: disordini alimentari, relazioni abusive, arte, rapporti genitore-figlio e molto altro. 
La Collins si concentra su esperienze e situazioni che tutti abbiamo sperimentato, dalla crescita, alle insicurezze che questa comporta all'accettazione di se stessi, e risulta molto facile immedesimarsi in lei e in ciò che ha passato.  
Difficoltà lettura in lingua: bassa. 

Spring Reads - Cosa leggerò questa primavera



Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo dei libri che vorrei riuscire a leggere nelle prossime settimane!È da un po' di tempo che ho abbandonato le tbr mensili, per quanto mi divertissi a stilarle non riuscivo mai a rispettarle, e da quando faccio una mini-lista di libri da leggere ogni stagione mi trovo molto meglio. 

Cos'è successo nelle ultime settimane: letture & altro


Buongiorno a tutti, lettori!Per oggi ho pensato di pubblicare un breve wrap-up delle ultime settimane, settimane in cui sono stata abbastanza assente a causa della sessione di esami primaverile (che si è rivelata un po' più impegnativa del previsto). 

Recensione Fates and Furies Lauren Groff




Fates and Furies è il terzo libro che leggo di Lauren Groff e posso dire che quest'autrice non smette mai di stupirmi. I romanzi che scrive sono tutt'altro che perfetti, i protagonisti delle sue storie sono molto spesso  complicati, difficili da capire ed apprezzare. C'è sempre qualcosa che non mi convince del tutto dei libri della Groff, e c'è sempre qualcosa che amo alla follia (che di solito prevale, e Fates and Furies non fa eccezione). 

Autori che (probabilmente) non leggerò più





Qualche mese fa ho letto un post di un sito web straniero (Nose Graze), in cui la blogger Ashley parlava di autori e di come i lettori si sentano molto spesso in dovere di provare più libri di uno scrittore prima di rinunciare a leggere altro di suo. Il post si chiudeva con la domanda finale “e tu quanti libri leggi di un autore prima di abbandonarlo definitivamente?”, e mi ha fatto riflettere su quante volte ho provato a leggere libri che sapevo non mi sarebbero piaciuti solo per dare un’altra chance all’autore in questione. Questa infinita premessa era per farvi sapere che il post di Ashley ha ispirato la lista che vi propongo oggi, ovvero gli autori di cui probabilmente non leggerò nient’altro. Ultimamente ho avuto la fortuna di incontrare moltissimi scrittori interessanti (anche perché, come ho anticipato nell'ultimo post, seleziono più attentamente le mie letture) quindi ho dovuto scavare un po’ nel mio passato da lettrice per trovare quegli autori ormai abbandonati xD

Come sono cambiate le mie abitudini letterarie negli ultimi tempi



Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo di letture o meglio, come le mie abitudini da lettrici sono cambiate nell'ultimo anno/anno e mezzo, cambiamenti che penso si siano un po' visti anche sul blog e sui tipi di post che pubblico. 

50 cose in 365 giorni - Come è andata nel 2016 & La mia lista del 2017




Buongiorno, lettori!Mi rendo conto che siamo ormai a fine febbraio e che il nuovo anno è iniziato già da un po', ma solo in questi giorni mi sono accorta di non aver ancora pubblicato la lista delle 50 cose da fare per il 2017!Alla fine ho visto che l'idea della lista è piaciuta e sono contenta che molti di voi abbiano deciso di adottarla, quindi ho pensato di riproporla anche quest'anno sul blog!
Qui trovate la lista del 2016, in cui spiego anche in cosa consiste l'iniziativa e come abbia adattato il progetto delle 101 cose da fare in 1001 giorni!

Posti che voglio visitare/ho visitato grazie ai libri




Buongiorno, lettori!Oggi vi propongo un tema un po' diverso dal solito: una lista di alcuni dei posti che voglio visitare, oppure che ho già visitato, grazie ai libri, perché erano parte dell'ambientazione o perché svolgevano un ruolo importante nella storia. 

New Adults che meritano di essere letti




Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo di New Adults, in particolare New Adults che a mio parere meritano di essere letti. In realtà non mi considero affatto un'esperta del genere, e se devo essere sincera non sono nemmeno una grande fan di questo tipo di libri, ma a volte, tra le tante letture deludenti, trovo qualcosa che mi appassiona. Oggi condivido la mia mini-lista di letture che consiglio e che ho amato. 

Tre libri letti e amati nelle ultime settimane



Buona domenica a tutti, lettori!Oggi vi parlo di tre libri che ho letto in questo mesetto di pausa dal blog, tutti molto diversi fra loro ma che ho finito per amare. Li conoscete?Li avete letti?Fatemi sapere nei commenti ^^

Libri che non ho letto nel 2016, ma che recupererò nel 2017


Il 2017 è iniziato da un po' ormai, ma io ho ancora da recuperare qualche post di inizio anno. Comincio quindi coi libri che avrei voluto leggere l'anno scorso, ma che per un motivo o per un altro ho messo da parte, e che vorrei riprendere nel 2017.

Il blog torna ad essere attivo


Buongiorno, lettori. Come avrete notato il blog si è preso una pausa improvvisa nell'ultimo mese. Non era in mio programma smettere di pubblicare post, ma un po' di cose mi hanno tenuta lontana da internet e dalla blogosfera e alla fine ho deciso di riprendere tutto a febbraio!

COS'È SUCCESSO NELL'ULTIMO MESE
Fino a inizio gennaio sono stata a benevento, nella mia casetta senza connessione e isolata dal mondo, e se speravo in qualche modo di riuscire a connettermi, la fortuna non è stata dalla mia parte e sono rimasta senza internet per tutte le vacanze.
Tornata a Bologna è iniziata la sessione di esami, che per fortuna sono andati bene anche se l'intero mese se ne è andato dietro i libri. 
A fine gennaio ho chiuso con gli esami, e sono partita per Parigi con dei compagni di corso!È stata una visita molto breve ma anche molto intensa, penso dedicherò un post a parte all'intero viaggio.
Adesso sono tornata a Bologna e ho un po' di tempo prima che inizino di nuovo le lezioni, tempo che dedicherò a blog e libri. 

PER QUANTO RIGUARDA LE LETTURE
Per tutti i motivi di cui sopra, non ho letto molto. Mi sto accorgendo di leggere sempre meno ma sto anche realizzando che forse non è una cosa del tutto negativa. A gennaio ho letto poco, ma i pochi libri che ho letto mi sono piaciuti moltissimo (e ve ne parlerò presto nei prossimi post). 

PER QUANTO RIGUARDA IL BLOG

Negli ultimi mesi del 2016 ho pubblicato sempre meno, sono stata poco presente nella blogosfera e in generale ho perso un po' la voglia di gestire il blog. Ho sempre cercato di non trasformare il blog in un lavoro ma è esattamente quello che mi è successo, alla fine dell'anno era più un peso che altro e devo dire che questa sorta di pausa forzata mi ha fatto riflettere e capire cosa voglio fare d'ora in avanti. 
Quindi cosa succederà a Sweety Readers?Voglio che il blog rispecchi la persona e la lettrice che sono diventata negli ultimi anni. Vedrete meno post e meno rubriche, mi vedrete parlare sempre di più di libri in lingua, molto spesso sconosciuti. Continuerò a pubblicare liste e tutorial, e mi impegnerò a parlare anche di cose non direttamente collegate ai libri.  
Da domani inizierò a pubblicare con regolarità, iniziando da un post di aggiornamento sulla lista di cose da fare in un anno!