7 libri con ambientazioni diverse dal solito


Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo di libri che hanno ambientazioni particolari/diverse dal solito. Ormai quasi tutti i romanzi che incontro sembrano essere ambientati negli Stati Uniti o al massimo in Inghilterra, quando in realtà ambientazioni particolari riescono in molti casi ad arricchire i libri in questione. Di seguito la mia lista!Se avete dei libri in linea col tema da proporvi, fatemi pure sapere nei commenti ^^

5 cose che i libri mi hanno ispirato a fare



Ogni volta che trovo un tema della top ten tuesday interessante, me lo annoto nel mio quadernino dedicato al blog per poi tirarlo fuori quando non mi sento particolarmente ispirata a creare nuovi post. Non vi sorprenderete quindi se la top ten che tiro fuori oggi (Cose che libri mi hanno ispirato a fare) è stata pubblicata durante l’estate xD 


Al centro dell’universo-Questo libro parla di una ragazza che scompare improvvisamente e lascia alla migliore amica una lista di cose da fare, cose che la spaventano, cose che non ha mai provato prima e così via. Appena ho recensito il libro, ho inviato il link della recensione a una mia amica e le ho detto “attenta che per il compleanno ti faccio una cosa del genere”. Alla fine, presa dall’ispirazione, ho fatto davvero qualcosa del genere e le ho inviato una lista di cose assurde da fare. Sono ormai passati 2 anni, ma penso che qualche voce l’abbia effettivamente spuntata xD

Going Vintage-Questa è la storia di una ragazza che, trovando una lista di cose da fare (ultimamente sono ossessionata dalle liste, non si è capito?xD) che apparteneva a sua nonna e che questa aveva stilato quando era adolescente, si decide a completarla, rinunciando dunque a tutto ciò che non c’era negli anni ’60: cellulari, internet, social networks e ogni tipo di tecnologia. Ho trovato il libro carinissimo, e mi ha ispirata sicuramente a rinunciare alla tecnologia e ad internet di tanto in tanto.

Summer Days and Summer Nights-Qui in realtà mi riferisco a una novella della raccolta della Perkins, The Map of Perfect Things, di Lev Grossman. In breve, i protagonisti si danno alla ricerca di tutte i piccoli momenti magici e speciali che possono verificarsi nel corso di un giorno. La storia mi ha ispirata a guardarmi intorno e osservare tutte le cose che spesso passano inosservata nella vita quotidiana.

The Museum of Intangible Things-Questo libro, che è tutto incentrato sull’amicizia, ha come sfondo uno stupendo viaggio on the road alla ricerca delle cose “intangibili” in cui ci imbattiamo giorno per giorno e a cui non diamo importanza. Ovviamente un viaggio on the road è nella mia bucket list praticamente da sempre, ma alla fine ho amato molto anche l’idea del museo delle cose intangibili!

The Haunting of Sunshine Girl-Per quanto questo libro non mi sia, in definitiva, piaciuto, ho amato la passione della protagonista: la fotografia analogica. Questo mondo mi ha sempre affascinato, e mi piacerebbe prima o poi imparare qualcosa di più al riguardo.



This Savage Song Victoria Schwab-Recensione

Buon sabato, lettori!Mi rendo conto di essere sparita, prossima settimana iniziano gli esami del secondo anno e al momento sono nella fase studio matto e disperato essendo le quattro materie da studiare molto più difficili di quanto mi aspettassi xD 
Quindi, perdonate la mia assenza ancora per un po', intanto continuerò a pubblicare post regolarmente sul blog ^^ E a proposito di post, oggi vi parlo di This savage song della Schwab. Si tratta (oltre che di un libro di un'autrice che amo), anche il primo titolo che ho completato della lista 10 libri preferiti da 10 persone diverse, quindi sono particolarmente soddisfatta di questa lettura (anche se nel libro in sé ho riscontrato un po' di difetti) xD
 


This savage song è il mio terzo libro di Victoria Schwab, un'autrice che finora ho adorato alla follia e che non ha mancato di conquistarmi anche con questo suo ultimo lavoro. 
This Savage Song è un libro dark, a metà tra il paranormal e la distopia, pieno di azione e suspance, che parte da una premessa assolutamente geniale. Mentirei se dicessi che si tratta del mio preferito della Schwab, ma solo perché ho trovato i suoi libri per adulti (Vicious e A Darker Shade of Magic) oggettivamente migliori in termini di storia e personaggi. Questo non significa tuttavia che non abbia amato This Savage Song, e che non lo consigli a chiunque voglia avvicinarsi a quest'autrice.

“We are the darkest acts made light.”

This Savage Song è ambientato nella città di Verity, divisa in due fazioni. Ciò che la contraddistingue dalle altre città è il fatto che sia popolata da mostri, mostri che nascono dalle azioni "malvagie" che le persone compiono. Violenza, omicidi, uccisioni di massa..ogni volta che accade qualcosa del genere, un eco di quell'evento prende la forma di un essere mostruoso che, insieme agli altri, semina il terrore tra le strade di Verity. 

“People are users. It’s a universal truth. Use them, or they’ll use you.” 

I due protagonisti, Kate e August, appartengono alle due fazioni opposte tra loro. Kate torna a Verity per dimostrare a suo padre che è capace di lottare e sopravvivere in una città così pericolosa, dimostrare che anche lei se vuole, può diventare spietata e mostruosa. August al contrario, cerca disperatamente di sentirsi umano, vivo. 
Rispetto agli altri libri della Schwab, in cui i personaggi sono estremamente complessi, quasi impenetrabili, ho trovato Kate e August molto più aperti, molto più semplici da comprendere a livello di pensieri e azioni. Ho anche apprezzato il fatto che, nonostante la storia abbia come protagonisti un ragazzo e una ragazza, nel libro non ci sia nemmeno un accenno di romance. È sempre bello trovare romanzi in cui la storia d'amore non prende il sopravvento sulle vicende a metà libro. 

“Even if surviving wasn't simple, or easy, or fair.

Even if he could never be human.

He wanted the chance to matter.

He wanted to live.” 

Come ho detto, ho trovato la premessa e il world-building fantastici. La sola idea di mostri che nascono dalle cattive azioni degli umani rende il libro speciale. Il fatto che uno dei personaggi principali sia uno dei mostri poi, e che non tutti i mostri siano completamente malvagi rende la storia ancora più interessante. This Savage Song non è un libro perfetto, ma riesce a coinvolgerti e ad appassionarti e merita assolutamente una possibilità.

Difficoltà lettura in lingua: medio-bassa.

Favourite Bookish Instagram & Pinterest Accounts



Buongiorno, lettori!Un po' di tempo fa vi avevo parlato dei miei booktubers preferiti e vi avevo anticipato di voler dedicare un post agli account Instagram sui libri. Alla fine insieme ad Instagram ho deciso di riassumere anche le bacheche e profili Pinterest scoperti di recente, ovviamente sempre dedicati ai libri xD

Rooms Lauren Oliver-Recensione



Rooms è il primo libro della Oliver etichettato come “adult fiction”, e come tale ero curiosissima di leggerlo, avendo amato praticamente ogni suo altro lavoro nel campo young adult. Rooms è un romanzo a metà tra un contemporaneo e una ghost story, che per certi versi mi ha ricordato di Un’inquietante simmetria della Niffenegger (anche se le due storie non potrebbero essere più diverse). 

“Memory is as thick as mud. It rises up, it overwhelms. It sucks you down and freezes you where you stand. Thrash and kick and gnash your teeth. There's no escaping it.” 

Rooms è decisamente diverso dai libri precedenti della Oliver, non solo per la categoria di lettori a cui si rivolge, ma per la trama in sé e i toni che la caratterizzano: quella raccontata in Rooms è una storia dark, dalle sfumature tristi e nostalgiche, che fa riflettere e in cui l’azione è davvero poca. 

Il filo conduttore del libro è la casa in cui è ambientata la storia: Rooms è infatti diviso in 11 parti, ogni parte rappresentante una stanza della casa a cui le vicende si collegano. 
I personaggi sono tanti, tra fantasmi e persone, ma in comune hanno tutti il fatto di aver abbandonato la vita, di aver lasciato che il dolore e la sofferenza si impadronisse di loro fino a lasciare un vuoto che niente e nessuno riesce a colmare. Ogni personaggio del libro si sente “intrappolato”, e ciò vale sia per i fantasmi, imprigionati nelle mura della casa, incapaci di trovare pace, sia per le persone che la abitano, ognuna di loro perseguitata dai demoni del passato.

“Or maybe it's life that is the infection: a feverish dream, a hallucination of feelings. Death is purification, a cleansing, a cure.”

Ho adorato Rooms, ma avrei voluto vedere alcune parti della storia esplorate in modo più approfondito. Il libro è infatti molto breve e si legge nel giro di poche ore, ma a causa del gran numero di personaggi e punti di vista ho trovato difficile riuscire a immedesimarmi nelle vite dei protagonisti. Riusciamo a comprendere, da lettori, le loro azioni e il loro dolore solo alla fine, quando il passato di ogni personaggio viene finalmente svelato.

Difficoltà lettura in lingua: medio-bassa.

4 nuove uscite che voglio leggere



Buondì lettori!Oggi vi parlo di quattro libri pubblicati recentemente (o nel caso di uno, prossimamente) a cui voglio assolutamente dare una possibilità. Ne avete già letto qualcuno?Me li consigliate?Fatemi sapere nei commenti ^^

5 libri nella mia TBR autunnale



Insieme ai libri che consiglio per il periodo autunnale, voglio proporvi qui sul blog anche la lista dei titoli che spero di riuscire a leggere questa stagione. Penso di aver ormai rinunciato alle TBR mensili, soprattutto perché la maggior parte delle volte finisco per leggere libri completamente diversi da quelli che mi ero prefissata. Voglio perciò fare un paio di tentativi con le TBR stagionali (già l'esperienza con quella estiva è andata abbastanza bene) e vedere come mi trovo. In realtà, ho creato questa TBR a settembre, poi me ne sono dimenticata e ho finito per iniziare, tra questi titoli, solo L'amore bugiardo.
Ok dopo questa lunghissima introduzione, ecco i libri che spero di leggere quest'autunno!Ne conoscete qualcuno?Fatemi sapere nei commenti ^^

5 Motivi per leggere la serie Half Bad di Sally Green-Blog Tour Half Lost


Buongiorno, lettori!Oggi mi trovo ad ospitare l'ultima del Blog Tour di Half Lost di Sally Green, terzo volume della serie Half Bad in uscita il 13 ottobre per Rizzoli. Il Blog Tour è stato organizzato da Veronica di She Was in Wonderland, che conoscendo il mio amore per questa serie è stata così carina da includermi nell'iniziativa. 
Avendo avuto l'opportunità di leggere Half Lost in lingua questa primavera, in questa tappa vi parlo di 5 buoni motivi per leggere l'intera trilogia (ovviamente spoiler free anche per chi non ha iniziato la serie). A fine post trovate il calendario del Blog Tour, con i link alle tappe precedenti!

5 utili tutorial da 3 blog di grafica






Buongiorno, lettori!Vi avevo anticipato già nel post dedicato alle risorse utili per blogger di voler parlarvi di alcuni di quelli che considero i più utili (e semplici) tutorial dai miei blog preferiti di grafica. Gestisco il blog da un po’ ma continuo a cercare costantemente modi per rinnovarlo e migliorarne la grafica. Di seguito trovate alcuni dei miei tutorial preferiti (dagli stessi blog di grafica di cui vi ho parlato nell’altro post!). I tutorial sono in inglese, ma sono molto semplici e intuitivi, e inoltre per lo più si tratta di copiare e incollare i codici e inserire i vostri dati all’interno.

Monthly Recap-September


Buongiorno a tutti, lettori!Oggi vi faccio il riassunto mensile delle mie letture (che purtroppo questo mese non sono state numerose). So che questo mese non sono stata molto presente, come sempre ogni volta che iniziano di nuovo le lezioni mi butto a capofitto nello studio quasi tralasciando tutto il resto xD A ciò poi si è aggiunta la mancanza di internet qui a Bologna, riuscivo a connettermi molto poco (e male) dal cellulare o sfruttavo il wifi dell'università. La buona notizia è che venerdì ci è stato finalmente installato il nostro di wifi, quindi adesso dovrei finalmente essere in grado di avere una connessione come si deve xD