Confessioni di una Book Blogger-Parte Due


Buongiorno, lettori!Un po' di tempo fa postai un post dedicato alle confessioni da book blogger (ispirato a una top ten tuesday mi sembra), e oggi ho pensato di riproporvelo con altre 10 piccole "confessioni" ^^
P.S. per chi se lo fosse perso qui il primo post di due anni fa :)

C O N F E S S I O N I    D I    U N A   B O O K    B L O G G E R

1.Trovo difficile recensire libri che non mi hanno lasciato nulla di particolare, sia in senso positivo che in senso negativo. Sto parlando dei classici libri che valuto dalle 2,5 alle 3,5 stelline. In questi casi mi sembra sempre di non avere niente da dire e ho notato anche che tendo a ripetermi parecchio da recensione a recensione. 

2.A volte ho l'impressione che le mie recensioni siano tutte uguali (da collegarsi al punto precedente). Mi capita spesso di usare più o meno le stesse parole per descrivere i libri, e dopo quattro anni di recensioni, ci sono delle volte in cui temo di ripetermi troppo, o di dilungarmi su certe cose in modo eccessivo. In generale, sono leggermente ossessionata dall'idea che le mie recensioni siano noiose, ed probabilmente è anche per questo che negli ultimi tempi si sono quasi dimezzate come lunghezza xD

3.Giudico gli altri blog anche dalla loro grafica. Ovviamente, una grafica non particolarmente accattivante non fa si che abbandoni il dato blog e non lo segua più. Tuttavia, grafiche confusionarie, che non mi permettono di trovare ciò che cerco, immagini che si sovrappongono, testi scuri ecc. non mi rendono esattamente entusiasta all'idea di tornarci.

4.Odio il fatto che le persone (fuori dalla blogosfera) diano per scontato che abbia creato un blog per guadagnare, o semplicemente per ricevere libri gratis... Noi book blogger siamo probabilmente l'unico "tipo" di persone online che non guadagnano nulla, o quasi nulla, coi i propri siti (e con questo sto escludendo tutti i blogger che guadagnano con altre attività di supporto-come il web design), e che si impegnano tanto quanto lifestyle/beauty/ecc. blogger.
Tutto ciò che facciamo per i nostri blog lo facciamo per passione e questa è una delle cose che amo di più della community. 

5...E che pensino sia qualcosa di semplice e naturale. Gestire un blog non significa mettersi a scrivere un post dal nulla, pubblicarlo e vederlo magicamente diventare popolare. Anche preparare un semplice post (tra post vero e proprio, immagini, codici, condivisioni, risposte ai commenti) può richiedere ore. E senza un minimo di organizzazione e costanza, non si andrà lontano.

6.Per quanto ami leggere i commenti dei miei lettori, trovo difficile rispondere sempre ad ognuno di essi, anche quando ho tempo, ed è qualcosa che mi fa sentire terribilmente in colpa. So che è una specie di paradosso. Da un lato, ogni vostro commento mi regala un sorriso. Dall'altro, ogni qualvolta mi dedico al blog/blogosfera trovo altre cose da fare. 

7.La mia vita da blogger influenza la mia vita da lettrice molto più che in passato. Ultimamente, come conseguenza del fatto che mi impegno di più col blog, tendo a leggere di meno, e in generale sono molto più selettiva sulle mie letture. É qualcosa che nei primi anni di blogging non mi succedeva, tendevo infatti a leggere qualsiasi cosa mi capitasse davanti e mi ispirasse abbastanza, e non appena finito lo recensivo. Adesso invece stilo delle TBR tenendo anche conto dei libri che poi effettivamente recensirò sul blog e che i lettori possono trovare interessanti. 

8.Spesso rimpiango di non aver scelto un nome migliore per il mio blog. Il fatto che il nome del blog sia stato scelto a caso (davvero, non so nemmeno cosa dovrebbe star a significare esattamente) e non mi rappresenti per niente,  mi ha molte volte fatto riflettere sulla possibilità di cambiarlo. Non l'ho mai fatto, e penso non lo farò mai, perché anche se non rappresenta me o ciò che scrivo, è ormai parte del blog da così tanto tempo che mi sarebbe impossibile pensare a qualcosa di diverso.

9.Non amo più le rubriche come una volta. Nei primi anni di blogging creavo continuamente nuove tipologie di rubriche: cover, libri in lingue, nuove uscite...se date uno sguardo al mio archivio nel corso di quattro anni ne avrò pubblicate e poi abbandonate più di una ventina. Adesso invece ne mantengo attive una o due (quella dedicata alle uscite e Book Blogging 101). In generale tendo a categorizzare di meno i miei post, a crearne di nuovi mescolando idee da rubriche vecchie e nuove. Per esempio, questo post è sia Book Blogging 101, sia post di discussione, e si ispira anche a una top ten tuesday di anni fa. 

10.Scrivo sempre liste con idee per nuovi post, e poi non trovo quasi mai il tempo per scrivere i post completi. Al momento nel mio account wunderlist, sotto la categoria nuove idee blog ho 27 voci, che probabilmente non riuscirò a realizzare nemmeno entro la fine dell'anno xD







42 commenti:

  1. concordo pienamente in tutti i tuoi punti. è una passione difficile ma qualcuno deve pur farla!XD

    RispondiElimina
  2. Condivido alcuni punti. Anch'io temo di usare, nelle varie recensione, gli stessi vocaboli. Anch'io mi soffermo sulla grafica. Come te, odio la gente che possa pensare di aver aperto un blog per ricevere libri gratis dalle case editrici. Anche perché non amo chiedere, spesso leggo le loro proposte di recensione. Mi conforta pensare di non essere l'unica a farsi alcune paranoie. Un saluto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso vale per me, molte volte mi sento a disagio a richiedere autonomamente dei libri, quindi spesso evito direttamente xD

      Elimina
  3. Mi ritrovo molto nel punto 1 e anche nel punto 3. Credo che il punto 1 sia una croce un poco per tutti. Anche per quello che riguarda il punto 5 sono d'accordo. Molti la fanno semplice e a volte vorrei dare loro in mano il mio blog e dire: ecco, ora fallo tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti, è qualcosa in cui un po' tutti alla fin fine trovano difficoltà xD

      Elimina
  4. Hai sollevato punti interessanti, la vita da blogger non è sempre rosa e fiori, però a me da ancora molte soddisfazioni. Il nome del blog è una cosa difficilissima da scegliere, anche perchè poi non puoi cambiarlo, il tuo però è carino.
    Buone letture!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, è una passione non sempre facile da portare avanti, ma alla fine ne vale la pena. Buone letture anche a te :D

      Elimina
  5. Quanto capisco il punto 1. È pure un dramma per il blog quando magari di quei libri ne becchi tre in fila e devi pur recensire qualcosa D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sii mi è capitato diverse volte xD Alla fine ho risolto facendo mini-recensioni in cui ripetevo più o meno le stesse cose ahah

      Elimina
  6. ahahaha anche io sto messa come te con Wunderlist (tra l'altro scoperto grazie ad uno dei tui post) ci infilo mille idee e mai che le spunto perchè le abbia finalmente realizzate...ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sii tra le decine di liste che ho fatto in questi mesi penso di non averne completata nemmeno una xD

      Elimina
  7. Non ti preoccupare non sei l'unica per le recensioni! Qualche volta mi succede anche con i libri che ho adorato! XD
    Per il nome anch'io volevo cambiarlo dopo qualche mese che avevo aperto il blog, proprio perché all'inizio ero così ansiosa di cominciare a scrivere che non ci ho pensato neanche un secondo per il nome! Ah, e per i buoni propositi anch'io sono messa male: prima della fine dell'anno scorso avevo già ideato di pubblicare ben tre diverse rubriche mie e invece non ne faccio ancora una!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah dai speriamo di rifarci quest'anno coi propositi!
      Sii coi libri che ho amato tanto mi mancano proprio le parole, quando cerco di iniziare a scrivere qualcosa ho un vuoto mentale assurdo xD

      Elimina
  8. Confessiamoci sorelle e fratelli ed espiamo i nostri peccati XD Scherzi a parte, concordo con te su tutto tranne il punto 9 e 10. Per l'8 sono STRA d'accordo. Ma non per il nome del tuo (che a me sinceramente piace) ma perché più sono aumentati i blog e più ho notato quanto sia banale il nome del mio. E infatti lo cambierò presto U.U l'unica cosa che mi scoccerà sarà cambiare i banner e la grafica in generale. Oh pigrizia portami via!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah si i banner in particolare per me sono una rottura, infatti non ne faccio quasi più di nuovi xD

      Elimina
  9. Per quanto riguarda le recensioni ho il tuo stesso problema, perciò ti capisco benissimo!
    Anche a me è capitato di incontrare persone che solo sentendo nominare la parola blog o blogger pensavano a chissà quali soldi...
    All'inizio non facevo molto caso al tempo che impiegavo per fare un post, ma ora so con certezza che almeno un'oretta buona ce la metto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anch'io impiego più o meno quel tempo, anche se ultimamente cerco di preparare più post alla volta in modo da programmare qualcosa per ogni settimana ^^

      Elimina
  10. Provo la stessa sensazione quando qualcuno mi chiede se vale la pena leggere un libro o meno. Se è un libro ottimo o pessimo la risposta viene da sé, ma se è una via di mezzo non so proprio cosa dire ahahah.
    Sulle recensioni tranquilla, non sono affatto ripetitive anzi! :)
    Condivido in pieno sul quarto e sul quinto punto, è qualcosa piuttosto avvilente a volte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si da un lato vuoi consigliarlo, dall'altro sai che non è poi una lettura così bella, insomma un vero dilemma xD Ahah grazie mille ^^

      Elimina
  11. Condivido il punto 9 e 10, una tragedia!! XD
    a me piace molto il nome del tuo blog e mi interessano le tue letture *^*

    RispondiElimina
  12. Sono quasi d'accordo in tutto! Pienamente, per il fatto che la vita da blogger non è così semplice come può apparire. Ci saranno sempre delle complicazioni durante il percorso. Inoltre, richiede molta passione e dedizione.
    In particolare, ultimamente anche se avevo ripreso una vecchia rubrica, sento che alcuni di quelli che ho creato siano un 'fardello' e poi non so perché ora mi mettono ansia. Probabilmente proverò ad adottare anch'io quelli più rinomati come la Top Ten Tuesday ma dubito riesca a farlo settimanalmente o appunto anche la WWW...Wednesday che avevo cominciato ad integrare nel blog solo dall'autunno scorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ormai penso di aver rinunciato alla cadenza settimanale, più che altro perché è impossibile da mantenere. Il WWW Wednesday lo trovo molto carino, ma pubblico il weekly recap da anni quindi non avrebbe senso fare entrambi, però lo seguo volentieri su altri blog ^^

      Elimina
  13. Per guadagnare bisognerebbe spostarsi su youtube, ma si perderebbe il senso di blog e poi se la lettura fosse qualcosa di tendenza non avremo tutte quelle serie interrotte, sta di fatto che il canale non avrà mai centinaia di visualizzazioni, pare che per riceverli devi solo truccarti e far vedere cosa mangi xD Mi sembra assurdo che pensano ci sia un guadagno consistente, semmai sono io a perdere tempo dietro al pc per rendere i post gradevoli e con un italiano corretto ehehe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti su youtube la situazione non è molto diversa, per i book blogger almeno xD Ahah infatti, non so quanto tempo perdo a cercare parole su internet per vedere se le ho scritte correttamente o meno xD

      Elimina
  14. Se ti consola neanche il nome del mio blog ha chissà quale significato, ma nella mia testa suonava bene e quindi l'ho scelto lo stesso ahahahah e comunque a me piace molto il tuo nome! :) Uh! non parliamo dei tempi per scrivere un post! Ci metto un'infinità a scriverlo e se prima di pubblicarlo non lo rileggo almeno 5 o 6 volte non riesco a schiacciare quel malefico pulsantino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah grazie ^^ Esatto, anch'io rileggo i post tantissime volte, ed è anche peggio quando li programmo perché non ricordo con esattezza cosa ho scritto xD

      Elimina
  15. Ciao Julie! Condivido molti tuoi punti, soprattutto il 2 sulle recensioni. Spesso mi capita di avere mille dubbi di risultare ripetitiva! Poi un blog con colori molto scuri in cui non riesco a leggere i post scoraggiano un po' anche me, tengo sempre per ultimi i post perché devo concentrarmi per leggere tutto senza saltare righe >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, in quei casi faccio sempre uno sforzo ma alla fine non riesco mai ad andare oltre i primi post xD

      Elimina
  16. Ciao Juliette! :)
    Molto carina questa tipologia di post, e molto interessanti anche i punti che hai scelto.
    Mi ritrovo in alcune delle confessioni, come il temere di fare recensioni troppo simili tra loro o la difficoltà a recensire romanzi che mi hanno lasciata indifferente e sono d'accordo, le due cose vanno di pari passo; ho notato infatti che meno un libro mi coinvolge (in positivo o in negativo), più è difficile parlarne, e rischio sempre di cadere in banalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilenia ^^ Esatto, in questi casi è davvero difficile trovare qualcosa da dire, il massimo che si può fare e riallacciarsi alla trama il più possibile ma in quel caso si rischia sempre di fare più un riassunto della trama che una recensione xD

      Elimina
  17. Ciao :)
    Mi ritrovo anche io in molte delle tue confessioni! Anche io trovo odiose le persone che pensano che tenga un blog sui libri solo per averli gratis o altro del genere, perché prima di tutto noi lo facciamo per condividere una passione! ;) E forse è proprio questa la cosa più bella ;) E anche per quanto riguarda le recensioni, nonostante io ami scriverle, tendo spesso a ripetermi e usare sempre le stesse parole :D
    Detto questo, a me piace molto il nome del tuo blog! Forse sarà nato anche per caso, ma ti ha portato fino a qui ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Olga ^^ Si infatti, ormai è parte integrante del blog!Comunque a quanto pare le recensioni sono un problema di molti xD Anch'io amo scriverle, ma tendo molto spesso a procrastinare soprattutto nei casi di libri mediocri xD

      Elimina
  18. Condivido quasi tutti i tuoi punti, aggiungerei il fatto che mi sento un po' combattuta: da una parte amo profondamente il mio angolino, ma mi porta via tanto di quel tempo che di tanto in tanto mi ritrovo a pensarlo come a un lavoro. Ma forse devo solo trovare il giusto equilibrio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi sono trovata a vedere il blog come un lavoro, e in effetti un po' lo è anche, ma se si inizia a trattarlo in tutto e per tutto come tale si perde tutta la passione. Concordo, il segreto è trovare una sorta di equilibro tra il tempo da dedicare al blog e la vita privata ^^

      Elimina
  19. Condivido in pieno quasi tutti i tuoi punti! Sopratutto quello relativo alle recensioni xD Sarà perché ho iniziato da poco, sarà perché sono estremamente insicura su tutto quello che faccio (non solo sul blog, ma anche nella vita in generale), ma spesso, dopo aver scritto una recensione, vado a leggere quelle di altri blog e puntualmente noto con tristezza che sembrano migliori delle mie.
    Forse agli occhi degli altri non è così, forse lo penso solo perché la mia autostima è pari a 0, però non so... pur essendo soddisfatta del mio lavoro, trovo che manchi sempre qualcosa. Per questo quando poi mi ritrovo con commenti dove mi fanno i complimenti resto sbalordita ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io inizialmente tendevo a paragonarmi alle recensioni degli altri blog e le trovavo sempre migliori, è qualcosa che penso capiti un po' a tutti xD

      Elimina
  20. Non posso che essere più che d'accordo, ma andiamo con ordine:
    1. Io trovo più difficile recensire libri che mi sono piaciuti tantissimo o letture sì, piacevoli, ma niente di più. Le letture da 3, 3,5 stelline invece sono quelle più facile perché di solito ho sempre qualcosa di cui lamentarmi ahahahah
    2. Anch'io come te uso sempre gli stessi termini, non mi dilungo troppo e sono piuttosto breve, e a volte ho l'impressione di aver detto "troppo poco".
    3. Idem XD non mi aspetto chissà che grafica, soltanto ordine
    4.\5. non saprei cos'altro aggiungere. Anzi sì, lo so! Odio quelli che mi dicono di inserire pubblicità e cavolate varie per guadagnare, come se il mio blog fosse un impiego e non una passione!
    9. Ecco, anch'io la penso come te. Creo sempre nuove rubriche, è vero, ma quello che voglio per il mio blog adesso non sono una serie di post "schematici" e tutti gli stessi. Voglio dei post dove posso parlare liberamente, senza limiti. Come una sorta di diario. A volte non ci riesco perché diventa troppo complicato e, ammetto, perché ormai la gente che ti segue si aspetta un determinato tipo di post. Comunque uno dei miei obiettivi principali è rendere più mio Divoratori di libri. :)

    RispondiElimina
  21. Oddio, ma lo sai che anche io sono diventata molto selettiva in fatto di letture da quando ho il blog?? Alcuni libri e autori non li prendo neanche più in considerazione ma in compenso ne ho scoperti di nuovi che mi appassionano molto! Il bello di essere una Lit-Blog! Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  22. L'anno scorso ho iniziato a tener conto dei libri che leggo durante l'anno con Goodreads e con rammarico ammetto che leggo molto meno di quel che vorrei, e ancor meno trovo la costanza di recensire. Anche a me sembra di essere ripetitiva e i libri che mi sembrano "piatti" non riesco proprio a giudicarli.
    Con il blog mi sembra di essere sempre in totale confusione, continuo a organizzare post e a impormi scadenze, ma le rispetto una volta su tre. Però il tuo resta sempre una grandissima ispirazione per me!

    RispondiElimina
  23. Sono d'accordo quasi su tutto, mi è piaciuto molto questo tuo articolo perchè essendo alle prime armi mi è davvero utile scoprire che anche altri la pensano così. Più un libro mi piace più vengo trasportata nello scrivere la recensione, la stessa cosa vale se non mi è piaciuto proprio per niente forse perchè posso sfogare la mia frustrazione!;D Anch'io amo i blog ordinati e senza troppi fronzoli. Non mi sono ancora imbattuta in persona che hanno insinuato sia facile gestire un blog o che io guadagni con questa passione e spero di non incontrarne, ora come ora cerco di tenere il mio angolino un po' nascosto da chi conosco come colleghi e conoscenti, mi sembra sempre che siano pronti a giudicare e ad additarti come una persona troppo piena di sè o che non ha nulla da fare altrimenti non troverebbe il tempo per gestire anche un blog! Spero che il mio angolino cristinabenedetti.com diventi luogo d'incontro per lettori e appassionati, insomma persone che capiscono questo amore come lo capiamo noi blogger!

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)