What I've Been Watching-How to get away with murder, Bates Motel, The Flash, The 7:39, The Originals


Buona domenica, lettori!Perdonatemi l'assenza di questi giorni, sono stata impegnata con lo studio e non sono proprio riuscita a scrivere dei nuovi post. Questa settimana non ho nemmeno proseguito con le mie letture, quindi salto il Weekly Recap e vi parlo invece delle serie tv che ho guardato ultimamente: How to get away with murder,  la miniserie The 7:39, The Flash, e le nuove stagioni di Bates Motel e The Originals!Fatemi sapere se seguite/avete seguito qualcuna delle serie di cui vi parlo, e ovviamente cosa state guardando al momento!
P.s.Non so se la prossima settimana posterò qualcosa, è l'ultima settimana di scuola e c'è tantissimo da fare, ma se riesco pubblicherò la recensione di Vicious della Schwab!


How to Get Away with Murder (Le regole del delitto perfetto)-Season 1
Questa è stata probabilmente la serie tv rivelazione degli ultimi mesi. L'ho iniziata non sapendo bene cosa aspettarmi ma mi ha catturata sin dal primo episodio e ho divorato i 15 episodi della prima stagione in poco più di due settimane. Non sono mai stata una grande fan dei legal drama, ma tutti i pareri positivi letti in giro mi avevano convinto a guardare il primo episodio, che non mi ha affatto delusa.

La storia si incentra su cinque ragazzi di una law school che vengono scelti come migliori studenti dalla loro insegnante Annalise Keating, interpretata da Viola Davis, che tiene il corso How to get away with murder, ovvero Uccidere qualcuno e farla franca. Gli studenti sono tenuti ad assistere la Keating nei suoi casi in una sorta di tirocinio, ma accanto a questa storyline, che concentra ogni episodio su un caso particolare, assistiamo sin dall'inizio a misteriose scene, di alcuni mesi dopo l'inizio dell'anno scolastico, che vedono i cinque studenti nascondere un cadavere. Infine, l'intera stagione si concentra anche sulla soluzione dell'omicidio di una studentessa del college, Lila, le cui vicende si intrecceranno con quelle dei protagonisti principiali.
L'obiettivo principale della serie è sorprendere il lettore ad ogni episodio, e fondandosi su una trama estremamente complessa e intricata, piena di mistero, colpi di scena e cliffhangers, ci riesce sicuramente. Alla fine della stagione avremo finalmente delle risposte ma si riveleranno essere completamente diverse da ciò che immaginavamo, e susciteranno tante altre domande per cui dovremo aspettare il prossimo anno. 
4,5 stelline

Bates Motel-Season 3
Cosa dire di Bates Motel?La prima stagione mi era piaciuta abbastanza, l'avevo trovata carina e le premesse per un buon show c'erano tutte, ma la seconda si è rivelata inutile e ammetto di aver saltato molte parti pur di concluderla. Non ho mai capito la presenza, in uno show che dovrebbe incentrarsi sullo sviluppo della pazzia di Norman Bates, di storie laterali sui vari problemi della cittadina in cui vive e di un "cattivo" della stagione che puntualmente Norma si mette contro. Perché dovrebbe mai interessarci? Il fatto che poi abbia fatto la mia video tesina proprio su Psycho e abbia dovuto rivedere film e telefilm per mettere insieme immagini e filmati, mi ha fatto notare ancora di più i difetti della serie tv, quindi ho iniziato la terza stagione con aspettative pari a zero.
E invece, nonostante anche questa stagione abbia la sua parte di storyline inutile, fortunatamente si concentra quasi interamente sul rapporto tra Norma e Norman e sullo sdoppiamento di identità di quest'ultimo. Finalmente abbiamo fatto quel grande passo in avanti verso la completa trasformazione in Psycho, e devo dire che ho apprezzato abbastanza un po' tutti gli episodi, compreso quello finale, per quanto prevedibile. 3,5 stelline!

The Flash-Season 1
Altra rivelazione dell'anno. Premetto che non conosco benissimo la serie tv Arrow, ho visto solo la prima stagione  e sono ancora ferma ai primi episodi della seconda, e quando ho iniziato The Flash conoscevo a malapena la serie originale da cui partiva e ancor meno la serie di fumetti a cui si ispirava. Nonostante ciò, la storia di Barry Allen mi è piaciuta sin da subito, ed è migliorata di episodio in episodio fino ad arrivare al finale di settimana scorsa che ho adorato. Ciò che è partita come la semplice trasformazione di un comune ragazzo in qualcosa di straordinario è diventata ben presto qualcosa di molto più grande e complesso, e dopo il cliffhanger del finale, sono curiosissima di scoprire cosa ci riserveranno gli episodi della seconda stagione.

Cose che ho particolarmente apprezzato dello show: Il rapporto tra Barry e Joe; I mondi paralleli e i salti temporali; il personaggio di Wells e il rapporto che, nonostante tutto, ha instaurato con Barry, Cisco e Caitlin; i vari intrecci con Arrow, che ho capito solo in parte, ma che ho adorato comunque; il ruolo finale di Eddie.
Voto finale, 4 stelline!

The 7:39

Si tratta di una miniserie inglese della BBC sceneggiata dal David Nicholls di Un giorno e Noi. Ammetto di averla guardata solo per Nicholls, ho amato i suoi libri, ho amato il film di One Day e non sono stata affatto delusa da The 7:39. 

La serie si incentra sull'incontro casuale tra due sconosciuti: Carl, un uomo insoddisfatto della sua vita monotona e ripetitiva, e Sally, una donna con un matrimonio fallito alle spalle che è in procinto di sposarsi di nuovo ma che non è sicura di un cambiamento così radicale, che la costringerà a rinunciare alla sua indipendenza. Entrambi sono stanchi della vita che conducono e dopo essersi conosciuti sul treno delle 7:39, iniziano a vedersi sempre più spesso e a scoprire che hanno tanto in comune, oltre al treno che prendono ogni mattina. 

Il tocco di Nicholls nella serie si vede ed è una delle cose che più ho apprezzato. Molti riusciranno a identificarsi in Carl e Sally, nelle loro insicurezze, nella loro ricerca di novità e nel loro desiderio di abbandonare la vita monotona, fatta di giorni tutti uguali, che entrambi conducono. 
Nel complesso la miniserie mi è piaciuta molto, ho amato la storia, lo sviluppo dei due personaggi principali, e il finale dolce-amaro, così come le ottime interpretazioni di David Morrissey e Sheridan Smith.
Voto finale, 4 stelline!

The Originals-Season 2
Non sono mai stata una grande fan di The Vampire Diaries, ma avevo trovato la prima stagione di The Originals carina e anche appassionante. Questa seconda stagione invece l'ho trovata un po' sottotono e in generale ci sono stati tanti episodi in cui il mio interesse per la storia era pari a zero. Sono moltissimi gli avvenimenti della stagione, ma se c'è una cosa che ho apprezzato è il modo in cui, soprattutto negli episodi finali, un po' tutti i personaggi si sono alleati per proteggere la piccola Hope contro la grande nuova minaccia di Dahlia. 
Difetti della stagione: Klaus che sembra cadere sempre al punto di partenza. Se l'intera serie si concentra sul mostrare un nuovo lato di un mostro, perché evidenziare ogni tre episodi quanto cattivo sia in realtà, e quanto impossibile sia pensare a una redenzione?; Camille, di cui non ho ancora bene il ruolo e soprattutto su che basi si fondi il suo rapporto con Klaus; l'intera faccenda dei lupi e del branco che non mi ha mai interessato più di tanto; il ritorno di Kol e Finn che ho trovato inutile; molti, troppi, episodi incentrati quasi unicamente sulla psicologia dei personaggi;
Lati positivi: non centralità della storia amorosa che, come nella prima stagione, è una cosa che ho apprezzato tanto; l'evoluzione di Rebekah; il personaggio di Davina, che penso diventerà un ottimo nemico dei vampiri; l'aggiunta di Freya.
Voto finale-3 stelline

3 commenti

  1. How to get away with murder per me è stata una delle migliori serie della stagione appena conclusa. Shonda Rhimes sa davvero come si scrivono le serie TV e certo le sorprese e i cliffhanger nei suoi finali non mancano mai. Inoltre Viola Davis è davvero bravissima nel ruolo di Annalise, per me che non la conoscevo è stata una vera scoperta!
    The Flash avevo in mente di seguirla già da quando era stata annunciata (essendo una fan di Arrow certo non avrei potuto lasciarmela scappare) e questa prima stagione mi è piaciuta davvero un sacco. Conoscevo Grant Gustin per via di Glee, ma nella parte di Barry è a dir poco perfetto. Il nerd-superhero gli riesce davvero bene! E poi vogliamo parlare di Caitlin e Cisco? Sono adorabili!
    L'unico personaggio che non riesco a reggere è Iris, e non perché ha messo Barry nell'eterna friendzone, ma proprio perché...umpf! Non la reggo!

    RispondiElimina
  2. Adorato How to get away, si è ripreso alla grandissima Bates Motel (coi suoi splendidi protagonisti) e quello sceneggiato da Nicholls, visto l'estate scorsa, l'avevo trovato dolcissimo :)

    RispondiElimina
  3. In questo periodo non riesco proprio a trovare il tempo da dedicare alle serie tv :( ma le prime due che hai nominato mi ispirano parecchio, spero di riuscire a trovar presto un po' di tempo per loro!!! :)

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)