Recensione Where She Went Gayle Forman

Buon venerdi a tutti, lettori!Per la centesima volta mi scuso per l'assenza di questi giorni, vi prometto che da giugno in poi recupererò e vi bombarderò di post e recensioni xD
A proposito di recensioni, oggi vi propongo quella di Where She Went di Gayle Forman, che ho terminato giusto due giorni fa!Come avevo amato Resta anche Domani (qui la recensione), ho amato anche Where She Went, e spero davvero che la Mondadori si decida a pubblicarlo in Italia, chiunque abbia letto If I stay merita di poter leggere anche il suo sequel!
Comunque, leggere Where She Went non ha fatto altro che aumentare il desiderio di vedere il film di If I stay, non vedo l'ora che esca!Tuttavia mi ha fatto anche realizzare di quanto l'attore scelto per Adam non rispecchi per niente il suo personaggio, non riesco proprio a vederlo in quel ruolo e spero davvero che riuscirà a sorprendermi!

Where She Went (If I Stay #2)





Titolo: Where She Went
Autore: Gayle Forman
Editore: Speak
Pagine: 274
Trama:
Sono tre anni che Mia se ne è andata dalla vita di Adam, e tre anni in cui Adam si è chiesto il perché. Quando si incontrano a New York, Adam e Mia si ritrovano per una notte, in cui Adam ha l'opportunità di chiedere a Mia tutte le domande che lo hanno tormentato. Ma le poche ore a New York sono abbastanza per mettere a tacere il loro passato-o i due possono davvero avere una seconda chance insieme?












Qualche mese fa ho letto una delle storie più toccanti e speciali che abbia mai incontrato. Una storia che, con le sue nemmeno 300 pagine, mi aveva colpita con la forza di un uragano e mi aveva regalato tante emozioni. Ma If I stay mi aveva anche lasciato tante domande, domande a cui Where She Went ha risposto.

Hai mai sentito di quel cane che ha passato tutta la vita a rincorrere le macchine e quando ne ha finalmente presa una-non sapeva cosa farne?
Io sono quel cane.


Sono passati tre anni dall'incidente che ha distrutto la vita di Mia. Tre anni da quando si è risvegliata dal coma, scegliendo di vivere. Tre anni da quando ha lasciato Adam, trasferendosi a New York per inseguire il suo sogno.
Anche Adam ha inseguito il suo sogno, e adesso la sua band è diventata una delle più famose al mondo. Ha tutto ciò che ha sempre desiderato, eppure non è affatto felice. La musica non lo fa più stare bene come una volta, e ogni concerto, ogni intervista, ogni esibizione sono per lui una tortura. Sta pensando seriamente di lasciare la band quando si imbatte, a New York, nel primo concerto di Mia.

Ci sono cosi tante cose da dire. Dove sei andata?Hai mai pensato a me?Mi hai distrutto.Stai bene?Ma, ovviamente, non posso dire niente di tutto questo.

Ammetto che all'inizio di Where She Went ero abbastanza confusa. La Forman ci ha trascinato immediatamente nella nuova vita di Adam, un Adam inevitabilmente cambiato e che non è più lo stesso ragazzo che avevamo conosciuto in If I Stay. 
Where She Went  (Setelah Dia Pergi)In questo libro assistiamo al suo dolore, alla sua agonia, alle ferite ancora aperte che Mia, lasciandolo, gli ha inflitto, e che nemmeno la musica, una volta la cosa che amava di più al mondo, riesce a curare. Assistiamo alla sua vita da rock star, una vita che ha perso tutto il suo significato nel momento in cui Mia se ne è andata. Se If I stay rappresentava il viaggio di Mia, il suo percorso e la sua scelta tra la vita e la morte, Where She Went è invece il viaggio di Adam che, tra passato e presente, tra una vita con Mia e una vita senza Mia, cerca disperatamente di ritrovare se stesso.

Lasciar andare. Tutti ne parlano come se fosse la cosa più facile al mondo. Distendere le dita una per una, fino a che la tua mano non sarà aperta. Ma la mia è chiusa in un pugno da tre anni ormai.

Non nascondo che anche questo libro ha i suoi momenti commoventi, e che le lacrime, soprattutto alla fine, sono inevitabili. L'intera storia, che come If I stay si alterna tra passato e presente, è pervasa da un'atmosfera nostalgica, fatta di ricordi, scelte sbagliate e opportunità mancate. 
LovesongPer quanto sia breve, poco più di 250 pagine in formato ebook, Where She Went è forte e potente come il libro che lo precede. Per la seconda volta la Forman mi ha sorpresa con la sua abilità di concentrare, e trasmettere, immagini ed emozioni cosi forti utilizzando anche solo poche righe.
Ho davvero apprezzato il modo in cui la storia si è conclusa, e il fatto che ho trovato risposta a tutte le domande e i quesiti che If I stay mi aveva lasciato. 

Chiunque ha detto che il passato è morto ha sbagliato. E' il futuro che è già morto, già scritto completamente.



Leggere Where She Went è stato un po' come chiudere un cerchio, come completare quel percorso iniziato con If I stay, e terminato ora insieme ad Adam. Un percorso emozionante e stupendo.

10 commenti:

  1. Ma perchè in Italia non c'è????? Oddio che rabbia mi sale in testa!!! Io ho adorato Resta anche domani e leggere la tua recensione mi fa sorridere da una parte perchè sembra bellissimo, all'altezza della Forman insomma. Dev'essere struggente e so già che il mio cuore uscirebbe dal petto. Insomma riincontrarla e... okay, non mi è mai capitato in tutta la mia vita e mi sono spoilerata un pezzetto della vita di Mia e Adam ma.... oddio io voglio troppo leggerlo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti nemmeno io riesco a credere che non l'abbiano ancora pubblicato, soprattutto con l'uscita del film e degli altri libri della Forman!E' un nostro diritto leggerlo!

      Elimina
    2. Scommettiamo che quando uscirà il film poi lo tradurrano anche da noi? Ci metterei quasi la mano sul fuoco!!
      Insomma Resta anche domani non sono riuscito a trovarlo in libreria, la commessa mi ha anche guardata strana dicendomi "ma non è mica nuovo!". E io sono certa che quando uscirà la trasposizione cinematografica lo faranno in edizione nuova che costa un sacco....... spero di no.

      Elimina
  2. Wow. semplicemente wow.
    Confesso che If I stay si,lo avevo amato da morire ma non pensavo avesse bisognodi un sequel. Nella mia mente lei si risvegliava e certo, avrebbe sofferto ma Adam sarebbe rimasto al suo fianco.
    Ma ora.. Dopo aver letto questa trama non posso e non voglionresistere. Voglio leggere qhere she went e amarlo e conoscere adam e piangere ed emozionarmi!! Spero succeda :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io pensavo sarebbero rimasti insieme, all'inizio infatti sono rimasta abbastanza scioccata xD

      Elimina
  3. Ho Where she went nel Kindle che aspetta di essere letto.
    La fine di If I Stay mi ha lasciata con l'amaro in bocca, e non vedo l'ora di vedere come sono andate le cose 'dopo'.
    Ho adorato Adam immensamente, e leggere nella tua recensione che la musica che tanto amava non gli da più le stesse emozioni di prima mi fa stringere il cuore :(
    Speriamo di leggere un bel finale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, leggilo!A me il finale aveva lasciato abbastanza soddisfatta, ma scoprire cosa ne è stato di Mia e Adam è stato comunque stupendo :)

      Elimina
  4. Ero sicura che lo avresti amato!! *-* Anch'io continuo a sperare che con l'uscita del film la Mondadori finalmente si decida a pubblicarlo...voglio rileggerlo anche in italiano! u.u Bellissima recensione come sempre! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io voglio rileggerlo in italiano!Incrociamo le dita per una possibile pubblicazione =)

      Elimina
  5. Qualcuno sa' se Where she went è uscito in Italiano? Perchè non mi pare giusto far uscire un libro in Italiano nel 2009 e non fare uscire il sequel del secondo libro,sono passati 5 anni,tra l'altro la fine del libro ti lascia col vuoto dentro,perciò è logico che poi un lettore abbia bisogno di leggere anche il secondo per sapere come va a finire.
    Resta anche domani è un libro bellissimo,senza parole,uno dei miei preferiti non c'è dubbio!

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)