Recensione The Hallowed Ones Laura Bickle

Buongiorno, lettori!Nel Weekly Recap di domenica scorsa vi avevo promesso alcune mini-reviews, ma quando ho iniziato a scrivere quella di The Hallowed Ones mi sono accorta di avere fin troppe cose da dire su questo libro e che una mini-recensione sarebbe stata impossibile!Quindi eccone una completa su questo particolarissimo primo volume di una trilogia Young Adult/Post-apocalittica/Paranormal che se da un lato ho adorato, dall'altro non mi ha lasciata completamente soddisfatta!

The Hallowed Ones (The Hallowed Ones, #1)


Titolo: The Hallowed Ones
Autore: Laura Bickle
Data di uscita: 25 settembre 2012
Pagine: 320
Trama:
Katie è alle soglie del suo Rumspringa, quel periodo nella vita Amish dove gli adolescenti possono sperimentare il mondo reale. Ma il mondo reale si presenta a Katie come una storia distopica con un'inclinazione filosofica. Voci di un enorme tumulto abbondano. Qualcosa di mortale è lì fuori. I saggi Amish creano una regola: nessuno esce, nessuno entra. Ma quando Katie trova un giovane uomo gravemente ferito, non può lasciarlo a morire. Lo porta di nascosto nel fienile della sua famiglia, ma a quale costo per la sua comunità?






Ho scoperto questo libro grazie alla copertina del suo secondo volume che ho scovato per la cover della settimana del Weekly Recap, e non appena ne ho letto la trama ho capito che dovevo assolutamente leggerlo. Ormai il tema dei vampiri è stato proposto e riproposto in ogni modo possibile, ma mescolare le creature sanguinarie e senz'anima della tradizione con una specie di apocalisse, il tutto narrato da una protagonista appartenente alla rigida cultura Amish?E' qualcosa di mai visto prima.

The Outside (The Hallowed Ones, #2)Inutile dire che ero curiosissima di come la Bickle avrebbe sviluppato una storia del genere, e sorprendentemente l'ha fatto in modo originale e decisamente non convenzionale, unendo quasi perfettamente tutti questi elementi all'apparenza cosi discordanti tra loro.

Katie si prepara da mesi per il suo Rumspringa, una specie di rito di passaggio in cui gli adolescenti della cultura Amish lasciano casa per vedere com'è il mondo al di fuori del proprio villaggio. Ma i suoi propositi di andarsene vengono distrutti quando the outside, il fuori, viene distrutto da esseri crudeli e sanguinari, che alcuni chiamano vampiri. I luoghi consacrati sembrano le uniche in cui le persone possono ripararsi e proteggersi, dunque i saggi del popolo Amish decidono di non far entrare né uscire nessuno dalla loro terra.
Katie però rompe la legge inflitta dagli Elders e soccorre un ragazzo in fin di vita vicino ai cancelli, che le dice che fuori il mondo sta crollando. La ragazza si trova ben presto a dover decidere tra le leggi degli Amish e il ragazzo che ha salvato, e in gioco non c'è solo la sua vita, ma anche quella dell'intero villaggio...

E' stato interessante conoscere meglio la cultura degli Amish, le loro tradizioni, le usanze e il loro modo di pensare di cui ho sempre avuto solo una vaga idea. In particolar modo ho apprezzato il modo in cui l'autrice ha fatto scontrare il mondo Amish e il mondo al di fuori grazie ai personaggi di Katie e Alex, completamente opposti ma che, alla fine, si ritrovano ad essere più simili di quanto pensassero.
Katie ha sempre seguito le leggi della sua gente e non ha mai dubitato delle sue tradizioni, ma quando arriva l'apocalisse e il suo popolo nega davanti all'evidenza cosa sta succedendo, rifugiandosi nella preghiera e rifiutandosi di aprire gli occhi, si accorge di essere diversa dai suoi coetanei e che, nonostante ciò che gli Amish le impongono, vuole prendere le proprie decisioni da sola e pensare con la propria testa.

L'incontro con Alex farà scontrare Katie con un'altra realtà, una realtà che ha sempre criticato e in cui non ha mai davvero voluto vivere, se non per il breve periodo del Rumspringa. Eppure, più tempo passa con Alex, più Katie si rende conto che la cultura Amish non è tutto ciò che esiste, che al mondo ci sono tantissime cose di cui non sapeva nemmeno l'esistenza, e il suo desiderio di libertà-di poter dire ciò che realmente pensa, di poter leggere qualcosa di diverso dalla Bibbia, di poter fare ciò che vuole della propria vita-non farà che aumentare. Nel corso della storia Katie intraprende un vero e proprio percorso di crescita, un percorso grazie al quale inizia lentamente a distaccarsi dal mondo da cui proviene per aprirsi a una realtà completamente diversa da tutto ciò che ha sempre conosciuto.
Ho adorato il fatto che abbia avuto il coraggio di seguire ciò che il cuore le diceva nonostante farlo significasse non rispettare le leggi del suo popolo, e che fino alla fine abbia seguito la sua decisione senza mai tirarsi indietro.

Una cosa che ho particolarmente apprezzato è stato il ritorno di vampiri all'essere creature brutali e assetate di sangue, senza nemmeno una parvenza di umanità o di ricordo della vita passata. Sicuramente una piacevole novità che non vedevo da un po' in libri di questo genere.

Nonostante mi sia piaciuto molto, la prima parte del libro è stata un po' troppo lenta, e il fatto che la storia fosse ambientata in un piccolo villaggio isolato ha mantenuto l'azione al minimo più o meno fino alla fine.
Il finale stesso però lascia pensare a un secondo volume decisamente più movimentato, che leggerò sicuramente soprattutto perché la storia rimane completamente in sospeso.

Inizialmente avevo dato al libro 3,5 stelline, ma dopo averci pensato ho deciso di arrotondare a 4 per l'originalità della storia e i vari temi trattati!




BOOK TRAILER



12 commenti:

  1. Mondo Amish e vampiri? Che trana accoppiata! Credo che lo leggerò per farmi un'idea.
    La tua recensione mi ha decisamente incuriosita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già è abbastanza strana, ma funziona davvero bene ;)

      Elimina
  2. Sembra un libro davvero interessante e "nuovo"... Gli Amish mi incuriosiscono e sapere che finalmente i vampiri sono tornati ad essere quelli del periodo Gotico non può che farmi piacere!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già i vampiri sono una delle cose che mi sono piaciute di più :)

      Elimina
  3. Ciao Juliette ^^
    questo libro sembra davvero bello ** io fino a qualche mese fa non sapevo nemmeno chi fossero gli Amish!
    Ho letto qualcosina sul web a proposito di questa cultura e saperne di più non mi dispiacerebbe!
    Però, se non sbaglio questo libro non è uscito in Italia, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No purtroppo :/ Anche se meriterebbe proprio di arrivare anche qui!

      Elimina
  4. Adoro i vampiri ma credo che questo libro non faccia per me, non mi attira molto la trama, mi spiace :|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti come trama è abbastanza particolare, io invece non amo particolarmente i vampiri, ma mi capita di leggere alcuni libri con questo tema decisamente meritevoli :)

      Elimina
  5. mi attira molto questo libro....mi ispirano molto gli Amish!^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me!Infatti sono curiosissima di leggere il seguito per scoprirne di più!

      Elimina
  6. Hai incuriosito anche me xD anche se la seconda copertina mi inquieta assai XD

    RispondiElimina
  7. In effetti è decisamente inquietante xD

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)