From The TBR Pile #4 Forte come l'onda è il mio amore Francesco Zingoni

Buon sabato a tutti, lettori!
Dopo due settimane, ritorna la rubrica From the TBR Pile, che prende ispirazione dalla From the Review Pile di Stepping out of the pages e da Chi ben comincia di Il Profumo dei libri e che consiste nel presentare un libro appartenente all'infinita TBR pile pubblicandone un piccolo estratto o citazioni!
Ero un po' indecisa sul libro da presentarvi oggi, ma alla fine ho scelto uno dei miei ultimi arrivi, Forte come l'onda è il mio amore di Francesco Zingoni (che vi avevo mostrato in In My Mailbox)!
Forte come l'onda è il mio amore è un po' lontano dal genere che leggo di solito, inoltre non riesco proprio a non essere diffidente verso gli autori italiani (da cui negli anni ho ricevuto tante delusioni), quindi inizialmente avevo deciso di non leggerlo!Sul web però se ne è parlato molto bene e le recensioni e pareri positivi sono tantissimi, e alla fine mi sono decisa a dargli una possibilità e cercherò di leggerlo al più presto!
Già leggendo il piccolo estratto che vi riporto dopo la scheda libro, la mia curiosità è salita alle stelle!


Forte come l'onda è il mio amore



Titolo: Forte come l'onda è il mio amore
Autore: Francesco Zingoni
Editore: Fazi
Pagine: 608
Trama:
Buttato sulla sabbia, accecato dal fulgore di un paradiso perduto, le palpebre incollate dal sale.Riapro gli occhi.La mia mente è vuota: nessun ricordo, nessuna parola. Una tabula rasa. Non posso formulare un pensiero. Non so più distinguere i miei sentimenti, dare ordine alle mie percezioni. Qualcosa che non conosco ha annientato la mia vita.È un sogno a salvarmi: il viso luminoso di una donna. Impossibile per me riconoscerla, o ricordare il suo nome. Ma quel sorriso mi riscuote dall’oblio, diventa l’unica ragione per sopravvivere e fuggire.A guidarmi è un libro, trascinato sulla spiaggia dalla mareggiata di un tifone. Tra le sue pagine distrutte si è salvata solo una misteriosa poesia. E sembra parlare di me.Attraverserò il mondo per sapere chi sei. Vestirò nuove identità per ritrovarti. Cavalcherò un’onda paurosa per scoprire cosa nasconde il suo cono d’ombra: il nostro ultimo segreto, cancellato dall’amnesia.E alla fine sapremo solo una cosa, la più grande. Forte come quest’onda che nessuno può cavalcare fino in fondo.




C'era una volta la spiaggia segreta. Avrei voluto iniziarla cosi questa storia, credimi. Purtroppo tutto quello che segue non è una favola. Non so dirti nemmeno se ci sarà un lieto fine. Certo, ci sono dentro alcune-chiamiamole coincidenze-che potranno sembrarti di pura fantasia. Ma si tratta di una storia vera. Della tua storia, e della mia. Una storia che entrambi abbiamo dimenticato. E no, nessuna favola.La spiaggia segreta. L'avevamo inventato noi questo nome. Come tutti gli innamorati, ci piaceva chiamare in modo nuovo ogni cosa. In realtà si trattava di una minuscola isola, non segnata sulle carte nautiche. Vagando a vela per quelle immense regioni d'acqua, se avevi fortuna, ti ci imbattevi.Sapevamo solo che i nativi del Pacifico la chiamavano Poy'Atewa, la 'perla rosa'. Che per loro era una specie di luogo sacro.Un gioiello a pelo d'acqua, sperduto nell'oceano solitario. L'ultimo varco per Awu'Kumea, il paradiso terrestre. Cosi raccontavano. Non negherò l'irresistibile attrattiva che un luogo del genere poteva esercitare su di noi. Ma poi lasciammo perdere: eravamo in vacanza, navigare da soli alla ricerca di mete sconosciute non rientrava tra i rischi che ci sentivamo di correre, di posti meravigliosi da raggiungere a vela ce n'erano quanti ne volevamo, tutti ben segnalati. E poi, ci avremmo scommesso, era solo una delle tante leggende che la gente del Pacifico si divertiva a raccontare agli stranieri, una storiella tessuta ad arte per irretire turisti e sognatori.Ma ci sbagliavamo. La spiaggia segreta esisteva davvero. Per un gioco del caso, o un disegno del destino, infine la trovammo, senza nemmeno volerlo.

12 commenti:

  1. Ne ho sentito parlare, ma mai letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul web ne hanno parlato molto in effetti :)

      Elimina
  2. Sembra interessante ma proprio come te, sono diffidente nei confronti degli autori italiani. Quindi lascio questo libro in sospeso finché non avrò il parere di qualcuno affidabile! XD (ovviamente ciò implica una tua recensione se possibile ahahah xD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già ormai non leggo quasi più niente di italiani, ho ricevuto fin troppe delusioni :/ Ma per questo farò un'eccezione :)

      Elimina
  3. Leggilo, a me è piaciuto moltissimo ** Il romanzo migliore del 2013, insieme con "Io prima di te" della Moyes!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io prima di te è un altro che devo leggere al più presto! :)

      Elimina
  4. Non conosco questo libro, non è proprio il mio genere, ma ogni tanto mi piace variare, lo terrò in considerazione. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non rientra nemmeno nel mio genere, ma sembra davvero meraviglioso e non posso proprio farmelo scappare! :)

      Elimina
  5. Che bello questo libro *_* non fa parte neanche dei miei generi preferiti, inoltre anche io preferisco gli autori italiani, ma la storia è così curata, piena di dettagli ed emozioni che ti lasciano senza parole e ti restano nel cuore anche dopo la lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo davvero l'ora di leggerlo *__*

      Elimina
  6. Oh che meravigliosa scelta Juliette. Questo libro l'ho letto e mi è rimasto nel cuore. E' uno dei miei libri preferiti in assoluto ed è stata la migliore lettura del 2013, diciamo che non perdo mai occasione per parlarne e per rompere le scatole ad altri lettori xD
    Sono praticamente certa che Zingoni e la sua storia non ti deluderanno.

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)