Recensione Between The Devil And The Deep Blue Sea April Genevieve Tucholke

Buona domenica a tutti!Come promesso ecco la recensione di Between The Devil And The Deep Blue Sea di April Genevieve Tucholke, un libro che avevo in wishlist da tantissimo tempo e che ho amato proprio come pensavo!







Titolo: Between The Devil And The Deep Blue Sea
Autore: April Genevieve Tucholke
Editore: Dial
Data di uscita: 15 agosto 2013
Trama: Smetti di aver paura del Diavolo solo quando gli stringi la mano...
April Genevieve TucholkeNon accade mai niente di eclatante nella sonnolenta cittadina costiera in cui vive Violet White, fino a quando non arriva River West. River affitta la casetta degli ospiti dietro alla fatiscente tenuta  di Violet, mentre cose orribili  spaventose iniziano ad accadere Violet comincia a porsi domande sul ragazzo misterioso che vive proprio accanto a lei. River è soltanto un bugiardo dal sorriso impertinente, dagli occhi belli e dal passato misterioso? O potrebbe essere qualcosa di più? La nonna di Violet l'ha sempre messa in guardia riguardo al Diavolo, ma non le ha mai detto che sarebbe potuto essere un ragazzo dai capelli scuri che si addormenta al sole, a cui piace il caffè, che ti bacia in un cimitero... e fa in modo che tu voglia ricambiarlo. Violet è già innamorata ersa, non riesce ragionare. E questo è proprio quello che River desidera.

 RECENSIONE:

"E pregai Freddie anche riguardo al Diavolo. Le chiesi di tenere la mia mano lontana dalla sua. Le chiesi di tenermi al sicuro dal male.
Ma, anche con tutte le mie preghiere, il Diavolo mi ha trovata comunque."

Nelle ultime settimane ho avuto la fortuna di leggere libri davvero magnifici, che uno dopo l'altro hanno continuato, e continuano, a stupirmi. Dopo aver letto Another Little Piece, ero sicura che nessun altro libro avrebbe potuto sorprendermi più di cosi, ma mi sbagliavo.
Between The Devil And The Deep Blue Sea, con la sua storia, bellissima e terrificante allo stesso tempo, la sua ambientazione gotica e misteriosa, e i suoi personaggi, affascinanti, eccentrici e pieni di segreti, mi ha completamente..stregata.
Pagina dopo pagina il meraviglioso stile dell'autrice mi ha trascinata nell'ambigua cittadina di Echo, dove i ragazzi cattivi vengono bruciati senza pietà, dove dei mostri cannibali si nascondono in tunnel bui e isolati, e dove bambini dall'aria innocente danno la caccia al Diavolo.

"Mi piaceva tagliarla, giusto un po', e guardarla piangere. Mi faceva passare il tempo."

Violet vive da sola con suo fratello Luke nell'enormità di Citizen Kane, la tenuta di famiglia che è la loro casa da sempre e che, situata su una scogliera, si affaccia su un infinito mare blu, perennemente scosso dal vento e tempeste
I loro genitori?Da mesi in giro per l'Europa. Violet non sa di preciso dove siano andati, né quanto torneranno, ma sa che ha qualcosa a che vedere con l'arte, perché come dice lei stessa "ci amano, ma amano l'arte di più".
Quando i soldi che le hanno lasciato non bastano più, Violet decide di affittare una delle casette per gli ospiti nella tenuta, e sorprendentemente qualcuno risponde al suo annuncio.
River West, con il suo sorrisetto perenne e uno sguardo che nasconde mille segreti, le ruba il cuore all'istante. Ma quando strani ed inquietanti avvenimenti accadono ad Echo, avvenimenti che sembrano tutti ricondurre a River, Violet inizia a chiedersi se il ragazzo del quale si sta perdutamente innamorando non nasconda, dietro al suo viso angelico e il suo fascino disumano, un demone pronto a catturarla.

Ho amato questo libro, in ogni suo singolo aspetto.
VintageL'ambientazione ideata dall'autrice è semplicemente magnifica. Citizen Kane-con i suoi decenni di storia, i segreti nascosti nei suoi angoli più bui e polverosi, i corridoi scricchiolanti e i quadri di antenati che sembrano seguirti con lo sguardo-crea l'atmosfera perfetta, quasi d'altri tempi, per questa storia un po' gotica e un po' horror piena di mistero e ambiguità.
La cittadina di Echo, nonostante sia situata nel Maine, rispecchia molto le classiche cittadine del Sud dove tutti conoscono tutti e dove una ragazza un po' strana ed eccentrica come Violet non viene vista di buon occhio e viene evitata dalla maggior parte degli abitanti. Mi ha ricordato tantissimo Gatlin (La sedicesima Luna) e Mobile (Want).

Lo splendido stile dell'autrice, poetico, ricercato e leggermente eccentrico, non fa che evidenziare la bellezza del paesaggio che fa da sfondo alla storia di Violet. E' sorprendente la facilità con cui le immagini di Citizen Kane o delle strette stradine di Echo mi comparivano davanti agli occhi e mi restavano impresse nella mente anche una volta chiuso il libro, cosi com'è sorprendente le emozioni che l'autrice riusciva ad evocare anche con una semplice frase.

Violet è una ragazza solitaria, che ama leggere al bordo della scogliera e che passa ore a fissare il mare muoversi sotto di lei. E' onesta e riflessiva, non le importa ciò che gli altri pensano di lei e fa di tutto per andare avanti senza dover chiedere aiuto ai suoi genitori o alle autorità locali. Il suo carattere eccentrico da si che tutti la considerino snob e altezzosa, e ciò l'ha portata a isolarsi sempre di più, tanto che le uniche persone con cui passa il tempo sono suo fratello Luke e la sua unica vicina di casa Sunshine.
Ma quando River si presenta alla sua porta, il mondo di Violet viene completamente scombussolato.

"E la sua mano era nella mia, le sue lunga dita si muovevano tra le mie facendo diventare il mio cuore da bianco e nero a Technicolor."

Sa che non può fidarsi di River, sa che c'è qualcosa di tremendamente sbagliato in lui, ma ogni volta che le sorride tutte le bugie che ha detto, tutte le cose orribili che sembra aver fatto svaniscono completamente dalla sua testa.
River è uno di quei personaggi che ami e odi allo stesso tempo. E' molto lontano dal classico cattivo ragazzo dal cuore d'oro-fino alla fine del libro non sappiamo nemmeno se ce l'ha, un cuore-eppure ha qualcosa che ti affascina, qualcosa che ti spinge a credere a ogni singola bugia che esce dalla sua bocca e che ti induce a riporre tutte le domande su chi, o cosa, sia nell'angolo più lontano della tua mente.

"Onestamente? Mia madre era una cuoca." Stavo per prendere un altro boccone, quando ricordai qualcosa.
"Pensavo avessi detto che tua madre era un'archeologa." Le labbra di River brillavano d'olio, e i suoi occhi si stavano prendendo gioco di me.
"Ah, si?"
"Si."
Fece spallucce. "Allora devo aver mentito. Il problema è, in quale delle due volte l'ho fatto?"

Voto, 4.5 stelline!Aspetto di dare le 5 stelline complete al secondo, e ultimo, volume di questa duologia, Between The Spark and The Burn!


26 commenti

  1. inserito nella mia luuuuungaaaa wishing list, un capitale in libri!!!bella recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' assolutamente da leggere, Noemi ;)

      Elimina
  2. Che bella recensione, complimenti..anche nella mai wishlist naturalmente

    RispondiElimina
  3. Mi hai incuriosita moltissimo con questa recensione!! Intanto lo metto in wishlist e spero di vedere le 5 stelline per il seguito allora!!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già spero proprio che il sequel sia all'altezza di questo primo volume :)

      Elimina
  4. MI SEMBRA MOLTO INTERESSANTE!!! BELLA RECENSIONE, MA IL LIBRO E' IN INGLESE O ITALIANO????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' appena uscito in America, ma presto dovrebbe arrivare anche in Italia ;)

      Elimina
    2. Veramenteeeeeeeeeeeee? Wow! ^^

      Elimina
  5. Care case editrici italiane, se state cercando qualche libro interessante da proporre fate un visitino a questo blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh con tutti i libri che leggo non avrebbero che l'imbarazzo della scelta XD

      Elimina
  6. Ciao, se vieni sul mio blog Detective Gufo ha una sorpresa per te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!Grazie ancora per la bellissima sorpresa, la tua rubrica è fantastica =)

      Elimina
  7. Assolutamente intrigante....Sicuramente una scelta di lettura per il futuro!

    RispondiElimina
  8. Lo voglioooooooo...Appena scopri se e quando uscirà in Italia avvisaci che mi fiondo in libreria...non posso mettermi a leggere pure in inglese, ho già così un infinità di arretrati...

    RispondiElimina
  9. Lo voglioooooo D: mannaggia v.v voglio leggere di più in lingua D: mi fai venire ancora più voglia y____y tentatrice!

    RispondiElimina
  10. non vedo l'ora che esca in Italia!! è stato aggiunto alla mia infinita wishlist!

    RispondiElimina
  11. E' da un po' che adocchio il libro, un po' sinceramente sono spaventata dal retro macabro e horror che presenta il libro (cioé "mi piaceva tagliarla e guardarla piangere?" [....]) pero' che vuoi farci sono stregata dalla copertina e la tua recensione entusiasmante mi ha conquistata, so dell'imminente uscita in italia quindi sono incuriosita ancora di più *___*
    Non sapevo che facesse parte di una duologia (forse presa dallo spavento della trama non mi sono informata più di tanto prima di ora :D) però confido nel tuo giudizio !

    RispondiElimina
  12. Io solitamente non compro questo genere di libri ma questo mi ha convinta. Sarà per la copertina o per la trama... so solo che me ne sono innamorata all' istante (il che non mi succede quasi mai). Spero che esca il più in fretta possibile in Italia (visto che il libro me lo sogno anche la notte XD).

    RispondiElimina
  13. Ma quanto mi incuriosisce questo libro!! L'ambientazione dovrebbe essere perfettamente "oscura" e gotica, non ne conoscevo l'esistenza!
    xoxo

    RispondiElimina
  14. Ero convinta di averlo già commentato, ma a quanto pare mi sbagliavo!
    Desidero da un sacco questo libro, ho poi saputo dell'uscita italiana e mi sono venuti i dubbi: "Lo prendo in lingua, o lo prendo quando esce in Italia?"
    Quando ho scoperto che si chiamerà "Il diavolo ha gli occhi blu" non ho più avuto dubbi, lo voglio in lingua -.-''
    Cioè, ma che traduzione è??
    In ogni caso non sei la prima ad averlo apprezzato così tanto, motivo per cui spero piaccia anche a me :D

    RispondiElimina
  15. è nella mia wishlist da mesi....ogni volta che leggo una recensione sono sempre più curiosa accidenti! certo è che tra libri già pubblicati e quelli inediti, la mia lista diventa sempre più lunga ç.ç voi della vostra vedete una fine?

    RispondiElimina
  16. La tua recensione non fa altro che farmi desiderare ancora di più questo libro, già in WL da tantissimo tempo!

    RispondiElimina
  17. A me non è piaciuto per niente, forse sarà la traduzione italian, non so.... sono rimasta molto delusa!

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)