Recensione Broken A.E. Rought

Ciao a tutti!Come promesso ecco la recensione di Broken di A.E. Rought, una lettura a dir poco stupenda!
Avviso che ho abbreviato (di molto) la trama ufficiale, perché dà tantissime anticipazioni sulla storia e può rovinare leggermente la lettura!







Titolo: Broken
Autore: A.E. Rought
Editore: Strange Chemistry
Data di uscita (USA): 3 gennaio 2013
Trama:

Una fila di morti sospette vicino alla piccola cittadina del Michigan termina con una caduta che reclama la vita del ragazzo di Emma, Daniel. Emma è rotta, una chiocciola vuota che si muove meccanicamente da quel giorno.
Lei è Daniel erano fatti l'uno per l'altra, completi solo se insieme.
Quando incontra il nuovo arrivato Alex Franks, figlio unico di un famoso chirurgo, ne è attratta nonostante il dolore per Daniel. Lui è un enigma, che si fonde con le ombre, solitario. Lui è stranamente...familiare. 




RECENSIONE:

Broken è stata una lettura molto diversa da ciò che mi aspettavo. Adoro Frankenstein, ma ormai troviamo rivisitazioni dappertutto e non avrei mai pensato che questo libro sarebbe riuscito a conquistarmi. E invece l'ha fatto.

Da quando il suo ragazzo è morto, Emma si è spaccata in mille pezzi. Lei e Daniel erano destinati a stare insieme, si completavano l'un l'altro. Senza di lui, Emma non è niente. 
Non pensava di poter sopravvivere alla sua perdita, e in un certo senso è stato proprio cosi.  Si limita ad esistere, il fantasma di ciò che era una volta si trascina attraverso i giorni e le settimane tutte uguali. La vera Emma si rifugia in un angolo buio e lontano dove nessuno può raggiungerla, ed emerge solo di notte quando, raggomitolata nell'oscurità, stringe tra le mani la felpa di Daniel e versa tutte le lacrime che ha trattenuto durante il giorno. 
"Con Daniel, era molto di più. Lui non era solo nel mio cuore, era il mio cuore."
Una parte di lei è morta a quella festa, il giorno in cui Daniel è caduto e lasciandola da sola.
Poi Alex Franks arriva in città, e fa sentire Emma viva di nuovo.
Alex è il tipo di ragazzo che tutte vorrebbero, e anche Emma, alla quale lui è estremamente familiare, non riesce a stargli lontano.
Sembra l'unico in grado di capire il suo dolore, ma più passa il tempo, più Emma si accorge che c'è qualcosa di molto strano e  inquietante in lui.
Il suo modo di fare l'occhiolino, la paura di cadere, le cicatrici che gli percorrono le braccia e il collo, l'ossessione del padre per la chirurgia e la morte, il fatto che riesca ad aprire l'armadietto esattamente come faceva Daniel, il nomignolo che quest'ultimo le aveva affibbiato e che non conosceva nessun altro, tutto sembra gridare sbagliato, sbagliato, sbagliato.
Trascinata in quello che sembra un circo dell'orrore, Emma scoprirà che gli occhi color nocciola di Alex, identici a quelli di Daniel, nascondono più segreti di quanto lei avrebbe mai potuto immaginare.

"Non ci sono più sfrontate zucche che proiettano in me il loro eco. L'autunno è finito. Novembre è capriccioso, ma il freddo costante mi dice che la anche l'agonia è finita. Ora viene la glaciale morte dell'inverno del Michigan, venti amari, neve soffocante."
Leggere Broken è stata un'esperienza intensa e molto molto inquietante. 
L'autrice si è ispirata al lavoro di Mary Shelley, ma si tratta comunque di una storia originale che affronta temi e prende strade completamente diverse da quelle che troviamo in Frankenstein. Ho apprezzato molto questa scelta di non andare a ricopiare in chiave moderna l'ennesimo classico della letteratura horror, come sta accadendo di recente, ma prenderne semplicemente spunto per creare una storia piena di fascino e mistero, arricchita da uno stile lento, cupo e malinconico che fa entrare il lettore in perfetta sintonia con le emozioni e i sentimenti della protagonista.

"La neve ammorbidisce i contorni del mondo, sotterrando i suoi peccati sotto una coperta polverosa. Peccato non possa essere lo stesso con la vita."
Nonostante le ambientazioni principali siano la scuola o la casa di Emma (con qualche visita eccezionale al cimitero), l'atmosfera è comunque molto dark e gotica, e sebbene lo sviluppo della storia sia lento e graduale c'è un alone di inquietudine che non lascia mai del tutto il lettore fino agli ultimi capitoli, dove tutti i misteri vengono svelati e si ha la triste e allo stesso tempo felice conclusione.

Ho particolarmente apprezzato il romance, perché a differenza della maggior parte dei YA, in Broken i due protagonisti hanno una ragione razionale per sentirsi attratti a vicenda dal loro primo incontro. Inoltre l'autrice ha adottato uno stile che reso la relazione tra i due davvero speciale, e ha saputo reinventare i cliché del genere trasformandoli in qualcosa di completamente nuovo, in una coppia che è riuscita a conquistarmi nonostante incarni i classici stereotipi incontrati già migliaia di volte.

"Posso dirgli che lui per me non è un sogno, ma un ricordo che ho quasi dimenticato?"
Voto, 4 stelline!Broken è ventata d'aria fresca nel panorama YA, che non vi deluderà, a costo che non vi aspettiate un completo retelling identico in tutto e per tutto a Frankenstein!

14 commenti:

  1. Che spettacolo *___* Già soltanto la copertina è incredibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, lo comprerò sicuramente anche in cartaceo *__*

      Elimina
  2. grazie la recensione!é in wish list da tempo ma avevo bisogno di sapere qualcosa di più per valutare meglio. lo prenderò..magari non subito..non sono tagliatissima per questo genere di storie, però tu parli di originalità perciò gli darò una possibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece adoro questo genere di libri (sono una delle poche però!), quindi non poteva proprio non piacermi!

      Elimina
  3. lo voglio leggere, già dalla tua recensione si coglie che è inquietante e sovrannaturale che lascia la protagonista in agonia per qualcosa che forse è!
    bello, lo metto nella mia lista! bella recensione
    SILVIA

    RispondiElimina
  4. sembra proprio una figata *-*

    RispondiElimina
  5. Non lo conoscevo... ma concordo con Daydream! :D
    E poi che copertinaaa! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina è meravigliosa, l'avevo in wishlist principalmente per quella!

      Elimina
  6. La copertina è davvero bellissima, ma mi ha conquistato tutyo di questo romanzo, mi piacerebbe moltissimo poterlo leggere, ma mi sembra di capire che per ora esiste solo in inglese... Se non và troppo sul complicato posso tentare: tu che dici, una principiante può riuscire a leggerlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai letto proprio niente in inglese forse è meglio se inizi con qualcosa di più semplice, in Broken ci sono un sacco di metafore ed espressioni particolari, potrebbe essere un pò difficilino!

      Elimina
    2. Per ora ho letto due o tre cose ma molto semplici tipo Hex Hall... Cmq grazie per il consiglio! Intanto incrocio le dita che lo traducano in italiano :-)

      Elimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)