Recensione The Iron Daughter Julie Kagawa

Titolo: The Iron Daughter
Autore: Julie Kagawa
Editore: Harlequin Teen
Trama(tradotta da me)
Metà principessa fatata e metà umana,Meghan non riesce ad adattarsi a nessun posto.Abbandonata dal principe di inverno che pensava l'amasse,la ragazza è prigioniera della regina Mab.
Mentre inizia la guerra tra corte d'estate e d'inverno,Meghan sa che il vero pericolo sono le fate di ferro che solo lei e il suo principe hanno visto.Ma nessuno le crede.
In più,i poteri fatati di Meghan sono spariti.E' bloccata tra le fate senza nessun altro aiuto.Fidarsi di qualcuno sarebbe sciocco.Fidarsi di un apparente traditore potrebbe essere mortale.Ma anche se sta sviluppando una spina dorsale di ferro,Meghan non può fare a meno di ascoltare i sussurri di desiderio nel suo cuore fin troppo umano.




Dopo aver letteralmente amato The Iron King,mi aspettavo un seguito altrettanto meraviglioso.
E invece mi sbagliavo,perché The Iron Daughter è stato molto molto di più.
Ora che ho finito anche questo libro,posso affermare con sicurezza che Julie Kagawa è diventata una delle mie scrittrici preferite.
Non è solo il suo modo di scrivere ad essere fantastico (e credetemi,il suo stile è davvero incredibile) ma la sua capacità di trasformare un miscuglio di elementi diversi,e per la maggior parte delle volte incompatibili tra loro,in un libro magnifico,che non potrete non amare!

Cominciamo a parlare della trama. Se non avete letto il primo libro della serie, (cosa che consiglio di fare a tutti) saltate questa parte e andate direttamente al prossimo paragrafo,se non volete rovinarvi la lettura della saga.

The Iron Daughter inizia esattamente dove era terminato The Iron King. Meghan che lascia la sua famiglia per seguire Ash nel mondo fatato,precisamente nella Corte d'inverno,a causa del patto che i due avevano stretto precedentemente.
Nella corte di Mab Meghan cerca di richiamare a sé i poteri che l'avevano aiutata a sconfiggere The Iron King(il re di ferro)ma,inspiegabilmente,sembrano andati persi in modo irreversibile,nonostante tutti gli sforzi della ragazza.
In più Meghan non ha più nessuno di cui fidarsi,essendo Ash distante e freddo con lei.
Ben presto però l'intera situazione viene ribaltata.Lo scettro delle stagioni viene rubato dalle Iron Fey(fate di ferro), e le corti d'inverno e d'estate si accusano a vicenda dando cosi inizio ad una vera e propria guerra. Meghan e Ash sono costretti a scappare insieme per recuperare lo scettro e fermare la guerra. Da qui parte una lunghissima avventura,in cui incontreremo personaggi vecchi e nuovi e assisteremo a vicende piene di azione,colpi di scena,lotte,combattimenti e tante tante sorprese.

Spoiler finiti,da qui potrete continuare a leggere tranquillamente.

Una delle cose che più ho amato di The Iron Daughter è stata l'evoluzione dei personaggi.
Meghan è una protagonista fantastica.
Ammetto che all'inizio di questo voume mi ha infastidita non poco. Troppi drammi e autocommiserazioni.
In alcuni punti,(punti nei quali il mio livello di sopportazione ha raggiunto il culmine) avrei tanto voluto prenderla a schiaffi.
Dalla seconda parte in poi però questo personaggio migliora notevolmente,ritornando la cara vecchia Meghan,coraggiosa,forte e pronta a tutto pur di proteggere le persone che ama.
E ora parliamo dei due protagonisti maschili,Ash e Puck. Posso dire che li amo entrambi?Nel primo libro avevo di gran lunga preferito l'affascinante principe d'inverno,ma ora la mia opinione sui due personaggi è un tantino cambiata.
Puck è dolce,ironico e divertente.Farebbe di tutto per Meghan,e lo ha dimostrato svariate volte.
Il suo amore è puro e sincero,la amava prima che scoprisse l'esistenza delle fate e la ama anche ora che è diventata una principessa mezzosangue.
Puck è sempre lì al suo fianco,non importa quante volte lei lo respingerà.Se nel primo libro non mi era piaciuto per niente ora è diventato uno dei miei personaggi preferiti.
Ash invece è completamente diverso da Puck. Incantevole e affascinantema anche freddo e crudele(ricordiamo che nel primo libro aveva espressamente dichiarato di voler uccidere Meghan).
Anche se la protagonista gli ha già dichiarato il suo amore(forse anche un pò troppo presto),una piccola parte di me spera ancora che Meghan cambi idea.

Per quanto riguarda il finale,ammetto che è stato davvero perfetto,ma per ovvie motivazioni personali(ormai sono un convinto membro del Team Puck) non mi è piaciuto particolarmente. So bene di far parte di quella piccola minoranza di persone che non hanno amato questo finale,ma mi aspettavo,o meglio speravo, in qualcosa di diverso.

Rancori e delusioni personali a parte,ripeto che The Iron Daughter è un romanzo fantastico,che va assolutamente letto. Il mio voto...5 stelline piene!Non vedo l'ora di leggere il prossimo libro!

5 stelline!

2 commenti

  1. Anche io sono rimasta estasiata da questo libro, come d'altronde anche dal precedente. Pur essendo team Ash, devo ammettere che Puck non mi sta antipatico, mi ha ricordato un pò Peter Pan (a me piace Peter Pan!). Adesso ho già iniziato "The Iron Queen" anche se la lettura sta procedendo un pò a rilento (ma non perchè il libro non mi sta piacendo!)

    RispondiElimina
  2. Just wish to say your article is as surprising. The clearness on your submit is simply cool and that i
    can suppose you are knowledgeable in this subject. Fine along
    with your permission let me to take hold of your RSS feed to stay up to
    date with impending post. Thank you a million and please carry
    on the rewarding work.

    Here is my website :: click here

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)